Cancro all’ovaio, questo sconosciuto

BRAVE torna con Fatte Così: ecco un crossover tra scienza medica e femminismo, per un connubio originale e informativo. Qui parliamo di cancro all’ovaio

Il cancro all’ovaio è un nemico insidioso. Parlare di cancro spaventa, viene voglia di scappare. Ma troppe donne ne sanno poco o nulla. Conoscerlo meglio può salvare la vita.

Perché è un nemico subdolo?

  • Perché è caratterizzato da sintomi aspecifici. Dolore addominale, urgenza/frequenza urinaria, aumento della dimensione addominale, gonfiore, alternanza di stitichezza e colite, sensazione di sazietà mangiando pochissimo: nella maggior parte dei casi sono sintomi spiegabili con stress, cattiva alimentazione, stile di vita errato, cambi di stagione. Ma se i sintomi si presentano in rapida sequenza, se non migliorano con i normali provvedimenti del caso, se sono costanti nel tempo…. meglio chiedere un approfondimento medico e/o confrontarsi con il proprio ginecologo.
  • Perché non esistono attualmente strumenti di prevenzione né test di screening precoce. Solo una diagnosi tempestiva aiuta a migliorare le possibilità di sopravvivenza.

Fattori di rischio e fattori protettivi

Come per molte altre patologie, obesità, fumo ed assenza di esercizio fisico aumentano il rischio di sviluppare la malattia. Vi è una maggiore incidenza di tumore all’ovaio in donne con menarca precoce e menopausa tardiva. Gravidanza, allattamento e assunzione della pillola anticoncezionale sembrano invece ridurne il rischio.

Manca informazione sul cancro all’ovaio

Il tumore ovarico rappresenta circa il trenta per cento dei tumori maligni dell’apparato genitale femminile e occupa il decimo posto tra tutti i tumori nelle donne. Ogni anno colpisce circa 5000 donne in Italia (dati AIOM). Sappiamo tutto di cancro al seno, all’utero, al polmone. Ci sono gli screening e li facciamo. Conosciamo i sintomi. E’ appena iniziato ottobre, come sempre il mese “rosa”, dedicato alla sensibilizzazione sul tumore al seno.

Nasce un sito ed un progetto per condividere le testimonianze di chi ha affrontato la malattia: EverydayWins. Iniziativa lodevole senza dubbio, ma si tratta sempre e solo di tumore al seno. Il resto manca. L’informazione sul tumore ovarico c’è ma spesso non arriva alle donne; nel 60-70% dei casi il cancro ovarico si scopre quando ormai è già troppo tardi: sembra incredibile nel nostro mondo super moderno, connesso e tecnologico. Per questo torniamo con Fatte Così. Permettiamo a noi donne di muoverci per prime e informarci per diffondere conoscenza e difendere il nostro diritto alla salute.

NOTA BENE: le informazioni in questa pagina non sostituiscono le spiegazioni del medico.

BRAVE SU
Instagram
Facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA