Gossip e Tv

Carla Fracci, chi è il figlio Francesco Menegatti

Carla Fracci scomparsa lo scorso 27 maggio ad 84 anni, ha avuto un unico figlio dal matrimonio con Beppe Menegatti di nome Francesco nato nel 1969. Oggi la stella danza mondiale sarà ricordata a Verissimo – Le Storie a partire dalle 16:00 su Canale 5. Nel salotto pomeridiano Mediaset, rivedremo l’intervista di Silvia Toffanin alla compianta etoile andata in onda lo scoro gennaio.

Sin da piccolo, Francesco segue la madre Carla in giro per il mondo nei quali si è esibita per poi decidere di intraprendere il corso di laurea in Architettura a Venezia. Durante i suoi studi nella Serenissima, incontra Dina Nencini una collega divenuta compagna di vita e successivamente moglie. Dall’unione della coppia sono arrivati Giovanni ed Ariele, entrambi legatissimi alla nonna stella della danza scomparsa recentemente.

Carla Fracci, il figlio Francesco Menegatti

Attualmente il figlio di Carla Fracci è un rispettato architetto e docente universitario al Politecnico di Milano. Anche la moglie Dina è un’insegnante essendo titolare di una cattedra all’Università La Sapienza di Roma, città nella quale la famiglia si è trasferita a seguito della proposta lavorativa giunta alla moglie di Francesco Menegatti. L’etoile simbolo della danza italiana, aveva raccontato durante un’intervista a “Repubblica” riguardo al figlio:

 “Era un bimbo ardito e sensibile. L’ho portato con me in tournée finché ha iniziato la scuola. Si commuoveva assistendo a ‘Giselle’, dove la protagonista impazzisce e soccombe per amore, o davanti al balletto ‘La strada’, ispirato al film di Fellini. Restò talmente turbato dalla morte di Gelsomina, interpretata da me, che non volle più vedere balletti”.

(fonte Repubblica)

Seguici su

Facebook, Instagram, Metrò, La Nostra Rivista Metropolitan Magazine N2

nickyabrami

Siciliana trapiantata a Roma. Abbandonati gli studi universitari, ho girato e giro in lungo e largo l'Italia per amore della musica e per passare qualche giorno in compagnia dei miei amici e di un buon bicchiere di vino. Ho collaborato con magazine musicali scrivendo live report su vari artisti italiani e stranieri e da gennaio 2017 ho occhi solo per Metropolitan Magazine
Back to top button