Cronaca

Caso McCann: notizia shock della procura tedesca

A tredici anni di distanza, i procuratori tedeschi hanno comunicato una svolta nel caso McCann, la bambina inglese scomparsa in Algarve nel 2007.

Il Daily Mail ha riportato la comunicazione della procura tedesca ai genitori di Madeleine McCann in cui afferma di avere prove concrete. Le circostanze della morte restano comunque segrete, vista l’indagine ancora in corso

Il caso McCann non è ancora risolto: lo prova il fatto che i procuratori hanno voluto limitarsi nel fornire dettagli alla famiglia. Eppure proprio oggi il Daily Mail riporta una notizia terribile: la piccola Madeleine sarebbe già deceduta. Il procuratore capo Hans Christian Wolters ha commentato in questo modo le novità:

“Capisco i genitori, ma se riveliamo maggiori dettagli possiamo compromettere l’indagine . Non possiamo dire perché è morta poiché è più importante inchiodare il colpevole piuttosto che mettere le nostre carte sul tavolo spiegando loro perché pensiamo lo sia. Questo è un caso di omicidio, e non di persona scomparsa”

I genitori della bambina avevano chiesto alla polizia un aggiornamento sulle indagini, e questa comunicazione è la prima risposta data loro.

Il caso e il sospettato

Madeleine McCann, nata a Leicester nel 2003, è scomparsa la sera del 3 maggio 2007 a Lagos, nella regione portoghese di Algarve. La bambina era in vacanza con i genitori e i fratelli, con i quali era rimasta al pianterreno del residence dove alloggiavano. Già le prime indagini della polizia portoghese avevano avanzato la possibilità che Madeleine fosse morta, e per questo i primi indagati erano sospettati di omicidio. L’inchiesta prosegue ancora oggi ed è una delle più costose (12 milioni di sterline già spesi) e complesse della storia (oltre 40mila documenti raccolti).
Appena due settimane fa la procura federale della Germania ha annunciato i propri sospetti su Christian Brückner, un tedesco 43enne già condannato per abusi sessuali. L’Interpol, che aveva emesso un mandato di cattura internazionale per uno stupro commesso sempre in Portogallo, lo ha arrestato nel 2018 a Milano.

Back to top button