Musica

Cat Stevens e Father and Son, una poesia in musica tra padre e figlio

Cat Stevens, pseudonimo di Steven Demetre Georgiou, dal 1995 conosciuto anche come Yusuf Islam o Yusuf , è un cantautore britannico. Cresce nel quartiere di Soho a Londra, dove veniva spesso suonata musica popolare greca, dalla quale verrà influenzato. Adotta il nome di Cat Stevens grazie ai suoi occhi simili a quelli di un gatto. Stevens incarna lo stereotipo del cantante pop commerciale, cosa che negli anni a seguire si distanzierà notevolmente.

Le più belle canzoni

Cat Stevens  ha scritto pezzi che sono rimasti nei nostri cuori, come Wild World e la splendida Father and Son. Con una delicatezza rara, e una melodia che rimane nei cuori Cat Stevens in Father and Son mette su una conversazione tra un padre e un figlio, che, giunto a un certo punto della sua vita deve lasciare la casa natià e partire alla ricerca di sé. L’album è del 1970, e fece una gran riuscita, Tea for the Tillerman, facendolo diventare famoso in tutto il mondo. Insieme ad altre canzoni di quel periodo come Morning Has Broken, Moonshadow, Peace Train tra le più celebri. Con la presenza di musicisti di come Peter GabrielRick Wakeman, all’epoca non ancora conosciuti ai piu’.

La dedica di Cat Stevens

Una canzone questa in cui si toccano tutte le corde dell’animo umano, per un grande confronto generazionale ed emozionale, in cui il figlio chiede al padre di essere compreso nelle sue scelte, nonostante abbia sempre seguito i suoi dettami, e vorrebbe essere libero di andare. Il padre spiega di essere stato giovane anche lui e di avere avuto i suoi sogni, ma riporta la sua esperienza, e gli chiede di trovarsi una ragazza, un lavoro, dicendogli : “Guardami, sono vecchio, ma felice.”

“Alcune persone pensano che io stavo prendendo le parti del Figlio, ma come avrei potuto cantare la parte del Padre se non fossi riuscito a comprenderlo?
Ho riascoltato quella canzone recentemente e da un verso mi sono reso conto di come quello che parlava fosse il padre del padre del padre del padre del padre del padre del padre del padre di mio padre”. ( Cat Stevens )

Back to top button