Francesca Pepe è nata nel 1996 a Sarzana, in Liguria, ed ha, attualmente, 24 anni. La sua infanzia non è nota al gossip, dato che per molto tempo è passata in sordina. Quando lei stessa ha deciso di intraprendere una carriera nel mondo dello spettacolo, tutti hanno iniziato a conoscerla con il suo nome d’arte: Franceska Pepe. Attualmente Francesca Pepe è single e non ha relazioni, ma tra le cose che si ricordano sul suo conto c’è quella di aver avuto una storia con il critico d’arte e attuale membro del parlamento Vittorio Sgarbi.

La sua passione più grande sono sicuramente la moda e le passerelle. Questo suo interesse la sprona a intraprendere una carriera come modella, nonostante abbia fatto un percorso universitario presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore. In conclusione, vediamo che nel 2016 la ragazza ha partecipato a Miss Europa, non vincendo però il titolo.

Francesca Pepe e Vittorio Sgarbi

Vittorio Sgarbi è uno dei critici d’arte più noti e conosciuti in Italia. Oltre ad essere famoso nel suo lavoro, è anche molto rinomato per la sua personalità stravagante su di lei. Oltre 40 gli anni che dividono Vittorio Sgarbi e Francesca Pepe. Eppure questo dettaglio non li ha fermati da avere una lovestory importante, poi caduta in un nulla di fatto. “Non mi sono mai posto il problema della differenza anagrafica“, ha dichiarato in passato il critico a Vanity Fair, “Francesca è anche troppo anziana per me, è una donna saggia, matura e responsabile. Io di testa mi sento un diciottenne”.

Dello stesso parere anche la Pepe: come mai è finita tra loro, quindi? Non sappiamo nulla a riguardo: così come la passione che li univa era finita sotto ai riflettori nel 2017, così è scomparsa da ogni tipo di radar. Forse il motivo è da ricercare nella diversa visione di vita da entrambi: Sgarbi, noto amante delle donne, non aveva promesso di certo di essere fedele nemmeno quella volta. “Io sono una donna romantica e fedele”, aveva detto invece la Pepe al settimanale, “ma non credo nella fedeltà degli uomini”.

I due tra l’altro si erano conosciuti proprio nella città dei fiori, in occasione di una mostra a cui il critico alla fine non ha partecipato. Nonostante entrambi non avessero escluso già allora una possibile convivenza, Sgarbi aveva deciso di mettere le mani avanti sulla monogamia: “L’atto di fede intrinseco al concetto di fedeltà è quello di credere a quanto dice l’altro“, aveva detto a Vanity Fair, “io credo piuttosto nella costanza, che è una variante della fedeltà legata alla presenza. Per chiarirmi: quando c’è lei, per me c’è solo lei, ma quando non c’è…”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA