Gossip e Tv

Chi è Sergio Caputo e il successo degli anni ’80: “Celentano mi ha cambiato la vita”

Sergio Caputo è nato a Roma il 31 agosto 1954. A tredici anni impara a suonare la chitarra e intorno ai sedici con alcuni amici forma un gruppo, di cui è chitarrista e cantante e con il quale suona ai piccoli festival organizzati dalle scuole.

Questa breve esperienza termina per gli impegni di studio dei vari componenti. Dopo la maturità classica, si iscrive alla facoltà di architettura, che abbandona per dedicarsi alle attività figurative.

Trasferitosi a Milano, Caputo inizia la carriera di art director in pubblicità e nel frattempo pubblica un mini LP (con quattro canzoni incise su un solo lato) per la Dischi Ricordi.

Il successo arriva negli anni ottanta con le incisioni per la CGD, più precisamente nel 1983, quando pubblica l’album Un sabato italiano.

Il primo successo arriva nel 1983 quando pubblica Un sabato italiano. Con la sua musica che è un mix tra il mambo e lo swing degli anni cinquanta. Nel 1984, pubblica Italiani mambo, che in fatto di vendite incrementa anche il precedente Un sabato italiano.

Il suo esordio discografico arriva nel 1978 con il 45 giri dove sei/Giorni di festa, inciso per la IT. Lascia Roma per trasferirsi a Milano dove inizia la carriera da art director. Intraprende una fruttuosa collaborazione con la Dischi Ricordi.

La grande fama arriva a partire dal 1983 quando pubblica Un sabato italiano. Con la sua musica che è un mix tra il mambo e lo swing degli anni cinquanta.

Sergio Caputo si rimette al lavoro per un nuovo album nel 1984, pubblicando Italiani mambo, che in fatto di vendite incrementa anche il precedente Un sabato italiano.

Grazie ai tanti successi raccolti in questi anni è Adriano Celentano a cercarlo per avviare una collaborazione.

Il molleggiato gli commissiona un testo da tradurre dall’inglese di un complesso olandese, il cui titolo rimane invariato.

Nasce così Susanna, brano di punta dell’album di Celentano I miei americani… del 1984, dove si narra di una donna dedita all’avventura, brava a sedurre e poi abbandonare.

Vista la grande richiesta per la sua musica decide di abbandonare la sua attività di pubblicitario e di dedicarsi completamente alla musica.

Da allora ha preso il via una carriera diventata ormai quasi quarantennale di grande successo e che gli ha cambiato la vita.

Nasce così Susanna, brano di punta dell’album di Celentano I miei americani… del 1984, dove si narra di una donna dedita all’avventura, brava a sedurre e poi abbandonare. In questo brano Caputo “dirige” anche un brusio di voci di sottofondo che commentano le parole della canzone.

Sergio Caputo è sposato con con Cristina Zatti. Lui non ha mai fatto parlare di sè per la sua vita privata ma ha scritto una canzone “Gossip”: “Io sono molto schivo come persona ma quando scendo dal palco mi piace restare nell’anonimato, vivo meglio dove so di essere libero”. A proposito dei suoi figli, avuti in età avanzata, ha spiegato di avere un rapporto “meraviglioso. Stiamo sempre insieme. Sono molto belli”.

Back to top button