Musica

“Chiamami per nome”, il testo del brano di Francesca Michielin e Fedez

“Chiamami Per Nome” è il brano presentato da Francesca Michielin e Fedez al 71° Festival Di Sanremo classificatosi al secondo posto alle spalle dei vincitori Maneskin. Stasera l’artista di Bassano Del Grappa ed il rapper diventato papà per la seconda volta di Vittoria avuta da Chiara Ferragni, saranno tra gli ospiti di “Che Tempo Che Fa”

Francesca Michielin e Fedez si incontrano per la terza volta, dopo i successi di Cigno Nero tra i primi brani delle produzioni degli artisti del 2013 e di Magnifico, pubblicata l’anno successivo. Con “Chiamami per nome” la ventiseienne artista è ritornata sul palco del Teatro Ariston a distanza di sei anni da “Nessun Grado Di Separazione” con la quale aveva raggiunto il secondo posto e partecipato all’Eurovision Song Contest. Per Fedez invece si è trattato di debutto nella kermesse canora

“Chiamami per nome” di Francesca Michielin e Fedez, il testo

Il brano è scritto da Fedez, Francesca Michielin, Davide Simonetta, Dargen D’Amico, Mahmood ed Alessandro Raina ed ha conquistato la vetta della Top Singoli, divenendo la quarta numero uno di Francesca Michielin e la nona di Fedez. È la seconda volta che i due artisti raggiungono il primo posto con una loro collaborazione, dopo il singolo Magnifico del 2014

Oggi ho una maglia che non mi dona
Corro nel parco della mia zona
Ma vorrei dirti non ho paura
Vivere un sogno porta fortuna
La tua rabbia non vince
Certi inizi non si meritano nemmeno una fine
Ma la tua bocca mi convince
Un bacio alla volta
Come sassi contro le vetrine

Le mie scuse erano mille, mille
E nel cuore sento, spille spille
Prova a toglierle tu baby
Tu baby
Chiamami per nome
Solo quando avrò
Perso le parole
So che in fondo ti ho stupito arrivando qui da sola
Restando in piedi con un nodo alla gola
Chiamami per nome
Perché in fondo qui sull’erba siamo mille, mille
Sento tutto sulla pelle, pelle
Ma vedo solo te baby
Te baby

In ascensore spreco un segno della croce e quindi?
So bene come dare il peggio non darmi consigli
Cerco un veleno che non mi scenda mai
Ho un angelo custode sadico
Trovo una scusa ma che cosa cambierà?
La grande storia banale
Prima prosciughiamo il mare
Poi versiamo lacrime
Per poterlo ricolmare
Le promesse erano mille mille
Ma nel cuore sento spille spille
Prova a toglierle tu baby tu baby

Chiamami per nome
Solo quando avrò
Perso le parole
So che in fondo ti ho stupito venendo qui da solo
Guidando al buio piango come uno scemo
Chiamami per nome
Perché in fondo qui sull’erba siamo mille mille
Sento tutto sulla pelle, pelle
Ma vedo solo te baby
Te baby

Mi sembra di morire quando parli di me in un modo che odio
Aiutami a capire se alla fine di me vedi solo il buono
Sotto questo temporale
Piove sulla cattedrale
Rinunceremo all’oro
Scambiandolo per pane

Chiamami per nome
Solo quando avrò
Perso le parole
So che in fondo
Ci ha stupiti finire qui da soli in questo posto
Ma se poi non mi trovi
Chiamami per nome
Perché in fondo qui sull’erba siamo mille, mille
Sento tutto sulla pelle, pelle
Ma vedo solo te baby
Te baby

Le promesse sono mille mille
Ma non serve siano mille
Ora che ho solo te baby
Te baby

Seguici su

Facebook

Instagram

Metrò

Metrò Music

nickyabrami

Siciliana trapiantata a Roma. Abbandonati gli studi universitari, ho girato e giro in lungo e largo l'Italia per amore della musica e per passare qualche giorno in compagnia dei miei amici e di un buon bicchiere di vino. Ho collaborato con magazine musicali scrivendo live report su vari artisti italiani e stranieri e da gennaio 2017 ho occhi solo per Metropolitan Magazine
Back to top button