Il Chievo Verona di Marcolini viene da due successi consecutivi: è la strada giusta per ambire ai Playoff di Serie B e a una possibile promozione in A.

La situazione complessiva del Chievo Verona

Il Chievo Verona era una delle squadre più attese di questa Serie B 2019/20, in quanto retrocessa lo scorso anno dalla prima divisione e comprendente una rosa di tutto rispetto.

A differenza di quanto ci si aspettasse la squadra veneta ha sofferto non poco nella prima parte di stagione: solo nell’ultimo mese è riuscita a mettere in fila tre risultati utili consecutivi.

Contro Pordenone e Salernitana, la formazione di Marcolini è stata guidata dal suo uomo più importante, Emanuele Giaccherini. Egli ha mostrato le proprie capacità spingendo la squadre in zona Playoff.

Soprattutto la vittoria contro i friulani nella 25a giornata di Serie B, fuori casa, è stata importantissima. Il Pordenone, nonostante le difficoltà di questo 2020, è stata la squadra rivelazione della stagione ed è molto ostica soprattutto alla Dacia Arena.

La classifica vede ora il Chievo Verona in settima posizione a 37 punti, a meno cinque dal Frosinone, secondo in classifica, il che significherebbe promozione diretta in Serie A.

I gialloblù sono dunque chiamati a mettere in fila più punti rispetto alla prima parte di stagione, anche per usufruire di un sorteggio più favorevole in eventuali spareggi.

Gli ultimi risultati e l’immediato futuro

Il 2-0 contro la Salernitana (2 Giaccherini) e l’1-0 al Pordenone (Garritano) hanno portato gioia ai tifosi del Chievo. La squadra potrà appoggiarsi alla solida difesa (solo 3 gol subiti nelle ultime sette) nelle prossime sfide di campionato.

Ciò che preoccupa di più i veneti è la poca finalizzazione sotto porta. Il Chievo Verona segna poco e i giocatori con maggiore talento sono chiamati a uno sforzo maggiore, ovvero Emanuel Vignato, Riccardo Meggiorini, Joel Obi e Filip Djordjevic.

I prossimi impegni contro Livorno e Ascoli sono fondamentali per dare continuità a questa squadra. I toscani, in crisi nera, sono ormai relegati alla Serie C, l’Ascoli deve lottare per non finire ai Playout.

Seguici anche sulle nostre pagine Facebook e Twitter per maggiori informazioni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA