Cultura

“Ciao 2021”, l’omaggio (e non solo) all’Italia nello show russo

Un Capodanno ironico per lo show della tv di stato russa Pervyy kanal (Canale Uno). “Ciao 2021”, uno show in stile anni ’80 dove si sono esibiti molti artisti locali con performance musicali, e non solo. Sono state anche le gag in lingua italiana a omaggiare il nostro paese… ma anche a prenderlo un po’ in giro. Già l’anno scorso, la tv russa Pervyy kanal (Canale Uno) aveva mandato in onda uno spettacolo coinvolgente che aveva conquistato tutta l’audience, anche per questo 2021 lo show torna in scena.

Ciao 2021: una risata all’italiana

Capodanno 2022: con “Ciao 2021” lo show russo ha reso omaggio all’Italia, ma per molti in realtà ci ha preso in giro. Il focus della parodia, più che l’Italia in sé è il mondo dello spettacolo italiano. Lo sketch “Ciao 2021” è ambientato negli anni ’80, con riferimenti al nostro Festival di Sanremo, ma anche a Drive in e Discorino. Condotto dal musicista e presentatore Ivan Urgant, per questa occasione trasformato in Giovanni Urganti, tutto lo show è stato fatto in lingua italiana con la reinterpretazioni di canzoni russe. Gli artisti si sono calati (anche con buon accento) nella parte italiana in uno spettacolo pieno di battute buffe e sguaiate, ponendo l’accento sui classici stereotipi italiani, dalla pizza alla mafia, ora persino sul sessismo per questo 2021. Se a molti ha fatto storcere il naso, sono invece tanti gli artisti anche italiani a reggere il gioco, addirittura inviando un saluto ai russi per augurare un buon anno a tutti gli spettatori dello show.

In chiusura dello spettacolo “Ciao 2021”, con la tecnica del deepfake, troviamo Vladimir Putin a salutare la televisione in italiano. Uno show che anche quest’anno rende omaggio all’Italia, ridendo anche di noi. Un modo ironico e stravagante di parlare del nostro paese, ma che in ogni caso fa sempre riflettere (e comunque ridere).

Back to top button