Calcio

Coda, è lui l’erede di Petagna nella Spal di mister Di Biagio?

La Spal attende di conoscere la decisione del governo sulla stagione calcistica 2019/20. La Serie A è stata interrotta alla 26a giornata di campionato con gli estensi al penultimo posto della classifica (+2 sul Brescia ultimo e -7 dalla salvezza). Una situazione difficilissima da raddrizzare se il massimo torneo calcistico dovesse riprendere. La Serie B, per i ferraresi, sembra essere molto più di un presagio nefasto. Questa convinzione spinge il club biancazzurro ad organizzare, per adesso senza direttore sportivo, il prossimo calciomercato con l’obiettivo di tornare immediatamente in Serie A, in caso di retrocessione. L’addio di Andrea Petagna, già del Napoli, apre le porte ad un nuovo acquisto per l’attacco: si tratta di Massimo Coda, attualmente al Benevento.

Coda è l’erede di Petagna alla Spal?

Massimo Coda per il dopo Petagna? La trattativa per la Spal potrebbe essere ragionevolmente semplice da portare a termine: l’ariete campano è in scadenza contrattuale con il Benevento che, per l’arrivo in Serie A, potrebbe decidere di puntare su Simone Zaza, in rotta con il Torino, o proprio su Andrea Petagna in caso non avesse spazio con il Napoli. L’attaccante, 27 presenze e 7 goal in stagione agli ordini di Filippo Inzaghi, è una vera e propria garanzia in Serie B: lo scorso anno segnò, con la maglia delle “Streghe“, 21 reti in 34 presenze mentre nella stagione 2016/17 realizzò 16 goal con la Salernitana.

Un cecchino in grado di spostare le sorti delle compagini in serie cadetta: per la pronta risalita, la Spal di mister Luigi Di Biagio potrebbe piazzare il colpo Coda a zero. Utile, esperto, economico e di comprovata efficacia. Sarà lui il nuovo attaccante che raccoglierà l’eredità di Petagna all’ombra del castello estense? Possibile, ma solo in caso di retrocessione…

LEGGI TUTTI GLI ARTICOLI DELL’AUTORE

Pagina Facebook dell’autore

Account Twitter autore

Seguici su:

Pagina Facebook Metropolitan Magazine Italia

Account Twitter ufficiale Metropolitan Magazine Italia

Back to top button