Coimbra – Non è difficile associare all’allegro Portogallo una festa di colori vivaci e sgargianti. Ecco cosa sorge a primo impatto alla vista del set up completo di Coimbra: nato dalle menti di Virginio Gigli e Flaminia Brasini e dalle mani di Chris Quillams , edito in Italia da Ghenos. Si presenta come un titolo per 2-4 persone e della durata di 75-120 minuti circa.

coimbra
Carte personaggio e zone della città – Photocredit: Emanuele Iuliano

Reduce da una recente ed interessante scontistica proposta dalla stessa casa editrice, Coimbra fa subito gola anche per le sue meccaniche immediate e differenti tra loro. Include, infatti, gestione dadi e carte, collezione set, avanzamenti su tracciati ed altro ancora.

Coimbra – Ambientazione & Ispirazione

Il Portogallo ha aperto l’Era delle Scoperte con navigatori del calibro di Vasco de Gama, Bartolomeo Dias, Cabral, Almeida, Albuquerque e Magellano. Le rotte marittime commerciali verso le Indie stanno arricchendo il regno. Le città più grandi del Portogallo prosperano: Lisbona, Porto e specialmente l’antica capitale Coimbra con la sua celeberrima università. Sei il capo di una delle più antiche casate di Coimbra, percepisci che il crescente benessere della tua città sta però portando un senso di insicurezza tra i suoi cittadini. Così, impieghi le tue legoni di guardie per offrire protezione ai più influenti studiosi, membri del consiglio e mercanti della città. Alla fine, il tuo obiettivo è quello di conquistare i favori di alcuni di loro e non tutti possono essere persuasi con il denaro.dal sito della Ghenos Games.

Siamo di fronte, quindi, ad una città fiorente ma che comunque ha bisogno di capisaldi per poter essere gestita al meglio. La parte curiosa è, appunto, che il destino suo e di chi la dirigerà dipende da un semplice tiro di dadi!

In giro con il pellegrino – Componenti: con cosa giochiamo

In una ben adornata e grossa scatola quadrata, con sfondo di copertina la città che dà il nome al gioco, troviamo degli ottimi materiali:

  • 1 Tabellone
  • 4 Plance giocatore
  • 13 Dadi in 5 colori
  • 15 Carte viaggio
  • 56 Carte personaggio
  • 12 Porta dadi sagomati in plastica
  • 24 Tessere monasteri
  • 4 Tessere favore
  • 4 Tessere influenza
  • 1 Tessera Dado Capo
  • 4 Segnalini corona
  • 5 Segnalini dado
  • 100 dischi in legno di 4 colori
  • 8 Cubetti di 4 colori
  • 4 Pellegrini in legno
  • 4 Leoni in legno
coimbra
Materiali di gioco – Photocredit: Leganerd

Abbiamo, quindi, una ricca varietà di componenti rappresentata da una serie di illustrazioni piacevoli e ben fatte.

Coimbra – Gameplay

Una partita a Coimbra dura 4 round. Ogni round è scandito da 6 fasi indicate dalle prime lettere dell’alfabeto. Lo scopo è quello di accumulare più punti vittoria attraverso le molteplici vie che il regolamento ci mostra.
Nella fase “A” avviene il semplice tiro di dadi effettuato dal primo giocatore.
Nella fase “B” ecco che si selezionano i dadi dal pool, uno per volta, e si vanno a posizionare nelle varie parti della città di Coimbra; dopo averli posti nel porta dadi del proprio colore. La città è suddivisa semplicemente nel castello (che ci consentirà di scegliere una tessera favore, con dei bonus) e nei vari livelli delle strade (ove sono presenti le carte personaggio).
Ecco la centrale fase “C”, quella del recupero dadi ed attivazione delle zone di città. Ad eccezione del castello, tutte le altre 3 zone attivano i dadi dei giocatori in ordine decrescente. In questa fase è possibile recuperare una delle tessere dal castello oppure una delle carte personaggio dalle parti restanti, pagandone il costo in oro o guardie.
Alcune di questi personaggi si attivano subito mentre altri, in determinate fasi.

Coimbra – Ultime fasi

Fase “D”, si stabilisce semplicemente l’ordine di gioco in base ai simboli corona accumulati durante il turno. Sono presenti sulle tessere favore, su alcune carte personaggio ed in base all’ordine di turno stesso.
Fase “E”, l’importantissima rendita. Adesso, oltre ad attivare alcune carte personaggio che riportano la stessa lettera, si ricevono le rendite in base alla propria posizione sui 4 tracciati. In questo caso, è possibile ottenere risorse come oro e guardie, oppure punti vittoria o, ancora, far muovere il proprio pellegrino. Quest’ultimo, vi permetterà di ottenere bonus immediati o permanenti a seconda del percorso e delle soste che gli farete compiere.

coimbra
Tracciati favori – Photocredit: Emanuele Iuliano

Ultima fase, la “F”. Qui, è giunto il momento di sfruttare la posizione di Coimbra ed intraprendere un viaggio per mare. Tali viaggi, altro non sono che dei modi per ottenere numerosi punti a fine partita. Ovviamente, anche in questo caso, c’è un prezzo da pagare. Dopo 4 di questi round, oltre al punteggio accumulato durante la partita, vi sono degli ulteriori conteggi da sommare a quelli già compiuti. Una vera marea di punti.

Coimbra – Titoli di coda

Nonostante la forte presenza dei dadi nel gioco, Coimbra non è assolutamente basato sull’aleatorietà. Il risultato conta fino ad un certo punto, poichè grazie alla vasta disponibilità di carte e strategie, sarà possibile puntare alla propria vittoria attraverso numerose vie.
Abbiamo, infatti, i 4 diversi tracciati da sviluppare; i viaggi da intraprendere o il pellegrino da far muovere. Le carte vanno a creare quel boost immediato o una riserva di abilità e condizioni attivabili ad ogni round.
L’estetica fa già molto. Abbiamo già detto più di una volta che i colori e le illustrazioni un po’ cartoonesche rendono il gioco molto piacevole alla vista.
Questo titolo possiede anche una buona variabilità grazie alle tessere monastero (quelle dei pellegrini) e alle carte viaggio che cambiano ad ogni set up.

In 3 o 4 giocatori la durata della partita, forse, inizia a farsi sentire e l’interazione non è fortissima, causa anche del fatto che quasi tutto il tabellone non contiene zone esclusive per i giocatori. Consiglio per le prime partite: tenete il regolamento alla mano per la simbolistica di alcune carte, non chiarissima a primo impatto.

Royal Treatment – Espansione

Inoltre, esiste anche un’espansione “Royal Treatment“; essa aggiunge dei dadi speciali da lanciare e scegliere insieme a quelli base del gioco. Questi, serviranno ad attivare immediatamente i tracciati sul tabellone e a far avanzare, sugli stessi, quella che è la seconda componente contenuta nell’espansione: le campane, un ulteriore modo per ottenere punti a fine partita.
Conclude in bellezza la sua confezione, ovvero un cofanetto utile al rolling dei dadi.

Coimbra è proprio a due passi da voi. Tirate i dadi e fatela vostra!

Have a good game!

Seguici su:



© RIPRODUZIONE RISERVATA