Informare

Come fare per eliminare l’umidità

Tutte le persone che, a causa della bellezza del legno, si sono decise di adottare dei pavimenti di questo materiale, e potrebbero avere il desiderio di curarlo e di andare a procedere all’eliminazione umidità quando si presenti. Di solito si tratta di un tipo di pavimento anche piuttosto facile da gestire, che però in determinati contesti potrebbe rivelarsi anche delicato. Ad esempio, in passato nessuno avrebbe messo il parquet in cucina o in bagno mentre oggi è possibile fare delle lavorazioni particolari che consentono di andare ad adottare questo tipo di pavimento anche in questi ambienti. Perciò laddove il pavimento è entrato in contatto con grandi quantitativi d’acqua, perché magari abbiamo avuto una perdita, perché magari c’è stato un allagamento, si potrebbero essere manifestate delle macchie molto brutte da vedere che potremmo desiderare di andare a togliere. Sicuramente la prima soluzione è quella di contattare un professionista che possa essere in grado di svolgere questo tipo di lavoro.

Anche perché, tralasciando di migliorare la situazione è possibile che si generi della muffa e diventerebbe ancora più difficile occuparsene. Come ogni situazione, il tempismo è sicuramente la risposta più idonea.

C’è anche chi cerca di andare a risolvere questa soluzione con il fai da te però bisogna tenere in conto che si potrebbe andare a rovinare il pavimento e a peggiorare la situazione e quindi probabilmente non conviene anche dal punto di vista economico, andando a costituire questo un rischio non da poco.

Cosa fare se l’umidità si trasforma in muffa

Comunque non bisogna nemmeno scoraggiarsi quando l’umidità all’interno del perché potrebbe essersi trasformata in muffa che di solito si presenta al di sotto del pavimento. La muffa tende a proliferare a causa del fatto che il legno ha al suo interno dell’acqua e che ha cominciato a trattenerla proprio perché non riesce ad asciugarsi. Questa sorta di condensa è il terreno ideale per andare a accumulare delle spore di muffa che poi tenderanno a moltiplicarsi e a generare molti danni in questo pavimento di legno.

Perciò, uno dei primi accorgimenti da tenere è quello di non andare mai a lasciare bagnato un pavimento ma di cercare sempre di assorbire tutta l’acqua in eccesso quando è possibile, soprattutto con della carta assorbente di modo che il legno venga asciugato. Meglio non utilizzare altri strumenti che ad esempio potrebbero essere il phon che magari sparano fonti di calore diretta perché potrebbe rovinarsi il pavimento. Se abbiamo un pavimento di legno potrebbe essere una buona cosa avere in casa un deumidificatore e utilizzarlo costantemente perché quello va a togliere in maniera costante l’umidità specialmente in quegli ambienti dove essa è sempre presente a causa del clima.

Comunque, se nonostante tutti questi accorgimenti dovessimo incappare in questo problema non da poco, la soluzione ideale è rivolgersi ad un professionista che è in grado di trattare il parquet che si è rigonfiato o che ha accumulato dell’umidità o che ha fatto generare della muffa al di sotto.

Basta semplicemente chiedere un preventivo e fissare un appuntamento.

Back to top button