BRAVECronaca

Contraccezione e obesità: una grave lacuna

Nel 2020, Caroline Criado-Perez ha pubblicato “invisibili”, un saggio che affronta il tema della discriminazione in modo inedito. Criado-Perez ci mostra come, nelle ricerche e sperimentazioni, le donne non vengano considerate. A partire dalle divise lavorative, per arrivare alle cinture delle automobili, il mondo sembra costruito per la comodità maschile. Le donne sono quindi più scomode quando indossano “taglie uniche” e più in pericolo quando viaggiano in macchina.

Quando, oltre a nascere donna, hai anche un corpo poco conforme agli standard, la situazione si complica. Molte cose ti sono vietate, o semplicemente difficili. Tra cui la contraccezione.

Contraccezione e obesità: quali rischi?

La pillola anticoncezionale è tra i metodi più sicuri per evitare una gravidanza: se assunta correttamente, ha un’efficacia del 99%. Quando invece viene assunta da donne con BMI superiore al 27, ha un indice di fallimento tra l’8 e l’11%. Inoltre, questo metodo contraccettivo è poco efficace anche su chi ha subito un’operazione di chirurgia bariatrica, che può influire negativamente sull’assorbimento del medicinale. Ancora più preoccupante, è il rischio di trombosi,che risulta maggiore.

il sesso sicuro non può essere un privilegio

Spesso, quando parliamo di aborto, uno degli argomenti più usati dagli attivisti pro-life e non, è: “una gravidanza si può sempre evitare”. Non rendendosi conto di quanti ostacoli ci sono verso il sesso sicuro, che rimane per molti un privilegio. La contraccezione ormonale non è rischiosa solo per le persone obese, ma sono fattori di rischio anche malattie pregresse e depressione. Non basta prendere la pillola, e non per tutte è così facile. D’altra parte il metodo a barriera più conosciuto è il preservativo, che rimagono un bene di lusso e su cui si fa sempre poca informazione. Metodi alternativi, come il diaframma, la spirale, l’anello a rilascio ormonale o il cerotto, non sono mutuabili, dunque non sono accessibili da chiunque.

Avere un corpo non conforme agli standard o essere poveri, sono dunque degli ostacoli concreti alla nostra libertà sessuale.

C’è sicuramente una necessità di approfondire le ricerche sulla contraccezione maschile, rendere socialmente più accettabili le procedure di vasectomia e responsabilizzare anche gli uomini su queste tematiche. Avere accesso ad aborto e contraccezione, sicuro e gratuito, sono le basi concrete su cui si deve fondare la nostra libertà sessuale! Noi BRAVE speriamo in un futuro con molto più sesso e meno gravidanze indesiderate!

Back to top button