Calcio

Coppa Intercontinentale femminile, arriva il via di Conmebol e UEFA

Si aggiunge un altro tassello molto importante alla crescita del movimento del calcio femminile. La UEFA ha infatti deciso, di comune accordo con la Conmebol, la Confederazione del calcio sudamericano, di dare il via, a partire dalla prossima stagione, alla Coppa Intercontinentale femminile, con la sfida che vedrà l’una di fronte all’altra la squadra europea vincitrice della Champions League e quella sudamericana vincitrice della Copa Libertadores.

Coppa Intercontinentale femminile, non una novità assoluta

La Coppa Intercontinentale, per quanto riguarda il calcio maschile, è una competizione ben nota, che ha visto la luce nel lontano 1960 e grazie alla quale la Conmebol istituì la Copa Libertadores, in modo da poter contrapporre la migliore squadra sudamericana alla migliore squadra europea in una sfida andata e ritorno. Da lì questo torneo, che ha sempre avuto grande fascino e prestigio, ha attraversato varie fasi, dalla decisione, arrivata nel 1980, di disputare la finale tra le due squadre in gara unica fino ad arrivare al format attuale, istituito nel 2004, che vede un mini-torneo che coinvolge le sei squadre vincitrici dei tornei continentali delle sei confederazioni calcistiche.

Questa competizione però, per quanto riguarda il calcio femminile, non è una novità assoluta. Un tentativo era già stato fatto infatti dalla JFA, la Federcalcio giapponese, che riuscì a dare il via al torneo nel 2012 ma che, anche a causa della mancanza di patrocinio ufficiale da parte della FIFA, dovette interrompere la competizione soltanto due anni dopo, nel 2014. La Coppa Intercontinentale femminile, in quegli anni denominata International Women’s Club Championship, ha già quindi alle spalle tre edizioni, e alla prima di queste tre parteciparono Olympique Lione, Canberra United, Inac Kobe e Tv Beleza, vincitrici rispettivamente di Champions League, campionato australiano, campionato giapponese, e coppa nipponica, con la squadra francese alla fine vincitrice. La seconda e la terza edizione vedranno poi rispettivamente l’aggiunta della vincitrice della Copa Libertadores e quella della vincitrice della AFC Women’s Champions League.

Un nuovo inizio

La Coppa Intercontinentale femminile riprenderà così il via a partire dalla prossima stagione. A darne l’ufficialità, proprio nei giorni in cui si sta disputando il Mondiale per club maschile, con la finale che avrà luogo domani, è stato Alejandro Domínguez, presidente della Conmebol, che ha confermato di aver raggiunto un accordo con la UEFA per istituire di nuovo questa competizione, che prevede almeno per ora solo le vincenti di Champions League e Copa Libertadores, anche se non è ancora stabilito se la finale consisterà in una gara secca su campo neutro o in una sfida andata e ritorno da giocarsi in Europa e in Sud America che si rifarebbe alla vecchia Coppa Intercontinentale maschile.

In ogni caso si tratta, per tutto il calcio femminile, di un altro traguardo importantissimo, con l’arrivo di una nuova competizione internazionale che, se le cose andranno per il verso giusto e con la giusta attenzione da parte di pubblico e sponsor, non potrà far altro che portare, col passare degli anni e con l’aggiunta magari anche di altre squadre, ancora più visibilità e prestigio a tutto il movimento.

Francesco Basso

Foto da: https://www.facebook.com/uefa/photos/a.1450361251960940/1469041453426253/

Back to top button