Attualità

Coronavirus in UK, Boris Johnson: “Abituatevi a perdere i vostri cari”

Il discorso del Premier inglese sulle conseguenze del Coronavirus è scioccante, mentre nel Regno Unito continuano a salire i contagi.

La frase choc, dichiarata poco fa dal premier inglese Boris Johnson, sembra non tener conto dell‘isteria collettiva che si sta affiancando alla pandemia del Coronavirus:

Molte famiglie si preparino perchè perderanno i propri cari.

è ciò che è emerso dal suo intervento. Intanto, i contagi nel Regno Unito aumentano e le misure per contenere il contagio sono quasi inesistenti.

L’Inghilterra non sta attuando misure sufficienti al contenimento del contagio

Il tono usato ieri da Johnson nel suo intervento da Downing Street, è stato grave e solenne. Dalle sue parole il Paese si trova davanti alla più seria emergenza sanitaria di questa generazione. Il numero dei contagiati potrebbe aver già toccato i diecimila.

Tuttavia dalle parole ai fatti tutto cambia. Il Premier ha inspiegabilmente insistito che prendere misure «draconiane» non farebbe grande differenza. Anzi, potrebbe addirittura risultare controproducente.

Quindi mentre in Europa i governi prendono man mano misure sempre più drastiche, Londra sottovaluta chiaramente il problema.

Il consiglio generale contro il Coronavirus resta infatti quello di usare acqua e sapone e stare in casa per chi ha sintomi evidenti. Per il resto niente. Niente chiusure, niente emergenze: la vita a Londra continua a scorrere normale (e nessuno esce con la mascherina).

“Fermare il Virus è impossibile”

I massimi esperti scientifici e sanitari britannici hanno poi dichiarato che bloccare il virus è impossibile. Da qui si deduce che l’unica strategia è quella di diluire la diffusione nel tempo, così da consentire al sistema sanitario di gestire la situazione.

Addirittura, hanno sostenuto che non è desiderabile che nessuno venga contagiato, perché è preferibile che la popolazione sviluppi da sé anticorpi al virus. Un approccio che è stato criticato in massa sia a livello sanitario che politico. Tuttavia oggi il governo ha continuato su questa linea.

La popolazione sta reagendo in vari modi, disordinati. C’è chi fa spese di beni di prima necessità, ma nel complesso la nazione mantiene un ostinato stoicismo. Alcuni eventi, come la Fiera del Libro, sono stati cancellati. Ma non facciamoci ingannare: in Inghilterra il grosso degli appuntamenti va avanti. Nelle università qualche professore fa lezione a distanza, ma sono iniziative individuali: scuole e college restano aperti.

fonte: ilcorrierie.it

per saperne di più su MMI seguici qui.

ANCHE SU
FACEBOOK
INSTAGRAM


Maria Paola Pizzonia

Studentessa di Sociologia Politica alla Sapienza di Roma e Fumettista per la Scuola Romana del Fumetto. Ha conseguito l'attestato di Scrittura alla Scuola di Narrativa e Saggistica Omero di Roma. Ha partecipato fino al 2016 agli Studi Pirandelliani di Agrigento. Ha lavorato con Live Social by Radio Capital. Assistente di redazione per Pagine Edizioni. Scrive anche per Chiasmo Magazine, Mangiatori di Cervello, Octonet. Redattrice di Metrò per Cinema, Attualità&Politica, Infonerd. Ha lavorato al progetto BRAVE GIRLS di cui si occupa attualmente.
Back to top button