Attualità

Coronavirus in Calabria: caso sospetto a Lamezia

Negativo al test da coronavirus il caso sospetto all’aeroporto di Lamezia. Una 26enne di ritorno da Venezia è stata registrata come caso sospetto e bloccata ai controlli di sicurezza. Al momento, è ricoverata nel reparto “Malattie infettive” dell’Ospedale Pugliese di Catanzaro, ma i test per verificare se si trattasse di coronavirus sono fortunatamente negativi.

Tornava da Venezia e aveva fatto scalo a Fiumicino. Ai controlli di sicurezza rivela una temperatura alterata, ma i test da coronavirus sono negativi.

Aumentano i casi sospetti di coronavirus in Italia. Uno degli ultimi, si è registrato nella serata di ieri all’aeroporto di Lamezia Terme in provincia di Catanzaro. La paziente, una donna di 26 anni, vive a Catanzaro ed era di ritorno da Venezia. L’aereo su cui viaggiava ha fatto scalo a Fiumicino prima di giungere a Lamezia dove, una volta sottoposta ai controlli, è stata registrata come caso sospetto e portata immediatamente all’Ospedale “Pugliese” di Catanzaro.

Il caso a Lamezia

Gli scanner termici, infatti, hanno registrato una temperatura corporea di 37.5 gradi, seppur in assenza di altri sintomi. Una volta giunta in ospedale, la temperatura era già scesa a 36.9, ma è stato comunque ritenuto opportuno trattenere la donna. È al momento ricoverata in regime di isolamento a pressione negativa presso il reparto “Malattie Infettive”, dove è giunta senza transitare per il Pronto Soccorso.

Oltre alla temperatura corporea alterata, la ragazza è stata ricoverata in misura preventiva anche perché ha dichiarato di aver partecipato ad un convegno con un suo collega che è entrato in contatto con il 38enne identificato come “caso 1” di Covid19 a Codogno. Inoltre, la paziente proviene da un’area altamente a rischio e sottoposta ad altissima sorveglianza. Fortunatamente, al momento le condizioni della paziente sono ottime: il test effettuato per verificare se fosse o meno affetta da coronavirus è risultato negativo

Test negativo, il sindaco evita allarmismi: “comune influenza”

La notizia arriva dalla Presidente Jole Santelli, che aggiunge: “La paziente sarà comunque trattenuta fino a lunedì quando, a solo scopo precauzionale, sarà effettuato nuovamente il test”. Il sindaco Sergio Abramo, intanto, cerca di spegnere ogni allarmismo: “Non c’è alcun caso di coronavirus a Catanzaro. In base ai primi risultati il paziente sarebbe affetto da una comune influenza.”

L’ospedale calabrese in questione è la struttura regionale individuata come riferimento dalla task force per l’emergenza in corso, anche se per questioni di vicinanza territoriale si potrà fare riferimento anche agli ospedali di Cosenza e Reggio Calabria. Inoltre, è sempre attivo il numero verde 1500 a cui ogni cittadino può rivolgersi in caso di dubbi o sintomi riconducibili all’emergenza.  

Back to top button