Attualità

Coronavirus, positiva la moglie del premier canadese Trudeau

Sophie Gregorie Trudeau, moglie del primo ministro canadese Justin Trudeau è risultata positiva al test del coronavirus ed è stata posta in quarantena. 

La first lady positiva dopo un viaggio a Londra 

Sophie Gregorie Trudeau ha sviluppato sintomi influenzali in seguito ad un viaggio a Londra e dopo aver avvisato il medico è stata sottoposta al test risultato positivo. “Sfortunatamente, i risultati del test di Sophie al Covid-19 sono positivi -scrive il primo ministro canadese su Twitter- Per questo resterà in quarantena. I suoi sintomi sono lievi, si sta curando e seguendo le raccomandazioni del nostro medico. Io sto bene, al momento non mostro alcun sintomo del virus.”

Il primo ministro in quarentena volontaria

Il Primo Ministro è in buona salute senza sintomi -si legge da una nota ufficiale-  come misura precauzionale e seguendo i consigli dei medici, rimarrà in isolamento per un periodo pianificato di 14 giorni”. Il primo ministro, secondo quando riporta il suo staff, potrà continuare le attività quotidiane, presenziando a riunioni via video e teleconferenza ma rimanendo in isolamento.Trudeau non sarebbe stato sottoposto al tampone in quanto non presenterebbe alcun sintomo.

Il coronavirus in Canada 

Il Canada ha più di 140 casi confermati, con un decesso, un’anziana ricoverata in una casa di cura nella Columbia Britannica. Il premier ha sottolineato l’importanza di limitare l’impatto del coronavirus all’economia e proprio per questo nelle prossime ore parlerà con i leader territoriali, tra cui gli indigeni, per coordinare la risposta allo scoppio di un’eventuale epidemia in Canada. Inoltre, Trudeau raccomanda a tutti i cittadini canadesi di seguire le raccomandazioni delle autorità mediche. 

Leggi tutta l’attualità

Back to top button