Attualità

Coronavirus, morta una cassiera di 48 anni a Brescia

Il Coronavirus continua a spaventare tutto il mondo. Italia compresa. Il nostro Paese è sotto la minaccia della malattia arrivata dalla Cina ed il Governo del Premier Giuseppe Conte ha varato un decreto per cercare di contenere il contagio di quella che è diventata una pandemia mondiale, secondo quanto affermato dall’OMS. La situazione nel Belpaese non accenna a migliorare e nella giornata odierna si è registrata l’ennesima vittima del virus. Non è un anziano. Questa volta la malattia virale ha stroncato la vita di una cassiera di 48 anni. Ecco cosa è successo.

Coronavirus, cassiera di Brescia deceduta

La nuova vittima del Coronavirus è una cassiera di 48 anni residente a Brescia, una delle città della Lombardia. La donna lavorava in un punto vendita della catena Simply, più precisamente il supermercato Ipersimply che si trova in via Valcamonica. Da inizio settimana era costretta a casa per febbre alta. Le sue condizioni si sono però aggravate nella notte fino al decesso avvenuto in casa. Il supermarket è stato prontamente chiuso per permettere la sanificazione del locale.

Il Coronavirus, nonostante le restrizioni, continua a spaventare tutta Italia: solo nella provincia di Brescia si contano 4.200 contagi e 514 vittime. Una situazione davvero complicata da monitorare attentamente: il Governo, intanto, pensa a nuove misure di sicurezza per contenere ulteriormente l’avanzata della malattia virale arrivata dalla Cina per spaventare tutto il mondo. Sono attesi aggiornamenti.

Seguici su Metropolitan Magazine

Back to top button