Games

Coronavirus, giochi da tavolo: una passione che aiuta

Coronavirus, giochi – Li abbiamo recensiti, annunciati e trattati in maniera ironica collegandone alcune tematiche alla situazione storica che stiamo vivendo. A questo punto, per qualche minuto, proviamo a coglierne la vera essenza e scopriamo quanto può essere bello riscoprirli in questo periodo.

coronavirus giochi
Coloni di Catan – Photocredit: Polygon

Per nostra esperienza, ci avvicineremo maggiormente a quelli stilisticamente chiamati “giochi da tavolo” (o board games) e non propriamente “giochi di società”, come i noti Monopoly, Risiko, Gioco dell’oca e via discorrendo.

Giochi da tavolo – Definiamoli

Come da nome, per “giochi da tavolo“, si intende una tipologia di intrattenimento che necessiti di un tavolo per posizionarvi le componenti come un tabellone, pedine, segnalini e quant’altro. Fin qui resta ancora sottile la differenza rispetto a quelli di società o di altro genere. Fondamentalmente non è di questo che vogliamo trattare ma è necessario specificare che, con quelli di società è come se si intendesse un sottoinsieme del vasto mondo dei giochi da tavolo.
Ad oggi, questi ultimi, assumono giorno per giorno sempre più importanza ed un pubblico più vasto, vantando innumerevoli eventi e convention sparse per il mondo ed in città bellissime e suggestive. In Germania ad Essen, in Francia a Cannes ed in Italia a Modena; solo per citarne alcuni.

Coronavirus, giochi – Perchè giocare?

Sia chiaro che il fine di queste parole non è quello di voler a forza alleggerire l’atmosfera pesante che ci circonda in queste settimane però, semmai dovessimo riuscirci, approfittiamone per riempire al meglio le nostre giornate tra le mura di casa.

coronavirus giochi
Meeple, componenti – Photocredit: spielmaterial

In genere è facile associare questa tipologia di passatempo alla socialità, sicuramente, ma spesso anche ad una sana competizione. Quest’ultima è ciò che ci porterebbe maggiormente a distrarci dalle preoccupazioni senza dover, però, lasciare necessariamente l’amaro in bocca; anche perché non c’è alcun premio da sottrarre agli avversari (oltre il primo posto, naturalmente).

I board games di cui trattiamo nelle nostre rubriche e su cui facciamo il punto in questa riflessione, sono quei titoli che ci portano ad impiegare energia mentale e concentrazione. Pensate che esistono giochi della durata di 2/4 ore o anche di più.
Inoltre parliamo anche di scatole che racchiudono innumerevoli materiali e componenti di ogni tipologia e forma: carte, plance personali, segnalini in cartone, pedine in legno, dadi, tabelloni componibili e chi più ne ha, più ne metta. Anche gli occhi godranno di tali meraviglie, tanto da portarci a voler imbastire nuovamente quanto prima e possibile quell’ultimo gioco così suggestivo che ci ha trasportati direttamente nell’antico medioevo o, addirittura, nello spazio infinito.

Coronavirus, giochi – Sfruttare le distanze

Tutto ciò, ovviamente, può apparire a dir poco utopico durante i giorni del Coronavirus. Tuttavia, tale tipologia di giochi richiede dei compagni, altre persone con cui giocare; magari anche qualcuno di pratico o esperto.
Per questo, arriva in soccorso il nostro amico mondo virtuale.

coronavirus giochi
Tabletopia, piattaforma digitale gdt – Photocredit: apkpure

Grazie a numerose piattaforme digitali come Tabletopia, BoardGameArena o Yucata, saremo in grado di riempire le distanze poste tra noi ed altri abili giocatori. Decisamente fattibile è il potersi collegare anche con i nostri amici, per riprendere quegli appuntamenti settimanali sospesi a causa di forze maggiori. Il tutto, testando anche titoli che al momento non possediamo fisicamente ma che hanno da sempre smosso la nostra curiosità.

Siamo, certamente, a favore di sviluppare l’intesa anche con chi condivide questa quarantena insieme a te che stai leggendo. Quindi, ti invitiamo ad intavolare anche qualche gioco con la tua famiglia, i tuoi bambini, il tuo partner, il tuo coinquilino o semplicemente puoi scegliere un titolo che possieda anche una versione in solitario; perché questi giorni potranno essere utili anche a riscoprire noi stessi, a conoscerci meglio e a riflettere. Ragioniamo su chi e cosa è veramente importante per noi, quanto siamo fortunati, cosa ci manca e come dobbiamo agire per poterlo fare nostro. Scegliamo la giusta strategia e mettiamola a segno senza restare ultimi in classifica; riconquistiamo tutti i punti vittoria che ci mancano per poter vincere questa sfida. In compagnia e da soli.

Have a good game!

Seguici su:

Emanuele Iuliano

Napoletano all'anagrafe ma viaggiatore di innumerevoli mondi grazie alla sua fantasia. I boardgames si annoverano fra le sue più grandi passioni, insieme a quella per la scrittura. Dall'unione di queste, nasce la voglia di entrare a far parte del team di Metropolitan Magazine Italia, in particolare tra i folli Unicorni di InfoNerd.
Back to top button