Attualità

Coronavirus, 9000 infermieri valuteranno la sicurezza nelle scuole

Scuola- Fonte: pixnio.com

Il 14 settembre riapriranno le scuole nella maggior parte delle regioni e sarà fondamentale che ogni struttura si attenga scrupolosamente alle linee guida concordate dal Ministero. Per questo novemila infermieri scolastici sono stati incaricati per verificare la corretta applicazione delle misure di sicurezza anti-Covid. Il presidente dell’Anp propone inoltre autocertificazioni per gli studenti minorenni.

La Fnopi annuncia i novemila infermieri scolastici

Sono molti gli aspetti pratici ed organizzativi da valutare in vista dell’imminente riapertura. Poiché è necessario che tutto sia pronto per il rientro a scuola, novemila infermieri scolastici, uno per ogni plesso, sono pronti a verificare che ogni aspetto sia a norma. Gli infermieri non solo valuteranno la corretta applicazione delle linee guida, ma si occuperanno di provvedere anche alla salute e ai bisogni degli alunni e del personale docente. Ad annunciarlo è la Federazione nazionale degli ordini delle professioni infermieristiche (Fnopi), la cui presidente Barbara Mangiacavalli sottolinea: “La nostra Federazione assicura la massima collaborazione alle istituzioni per consentire una riapertura in sicurezza delle scuole”.

Il presidente Antonello Giannelli dell’Anp, Associazione Nazionale Presidi, afferma inoltre “Sarebbe una buona idea quella di far sottoscrivere delle autocertificazioni ai genitori, per i ragazzi minorenni, come quelle già distribuite negli aeroporti. Ed è in linea con tutte le precauzioni prese a livello nazionale“. Riguardo alla possibilità di effettuare i test sierologici sui ragazzi, che volontariamente lo desiderano, commenta: “Siamo favorevoli allo screening degli studenti. Credo però che non ci siano sufficienti risorse per effettuarli a tappeto, considerando che sono 8,5 milioni”.

Province e regioni si confrontano sulle linee guida previste per il rientro a scuola

Il protocollo per la ripresa della didattica contiene innumerevoli indicazioni per garantire la sicurezza di studenti e personale scolastico. Sono previste infatti norme sull’utilizzo della mascherina, sull’igiene, sul distanziamento, sulla segnaletica e sulla gestione di ingressi e uscite. Per fare chiarezza, il Presidente Stefano Bonaccini ha convocato la Conferenza delle Regioni e una seduta straordinaria delle Province autonome. In videoconferenza verranno valutate le linee guida per informare gli utenti. In un’ulteriore Conferenza ci si concentrerà sul tema del trasporto pubblico, su cui ci sono ancora incertezze.

Back to top button