MetroNerd

Coronavirus: Netflix stanzia 100 milioni di dollari per i disoccupati

Il Coronavirus, oltre all’emergenza di cui si fa portavoce, ha mandato a casa numerosissimi lavoratori. Netflix, per far fronte a questa situazione, ha ideato un fondo di 100 milioni di dollari a sostegno dei creativi. Di cosa si tratta?

Coronavirus Netflix: il comunicato ufficiale

A spiegarci meglio i fruitori di questi proventi, il comunicato ufficiale diffuso dalla celebre società. Di seguito, le parole di Ted Sarandos, a capo di Netflix:

“La crisi causata dal COVID-19 è devastante per molti settori, avendo degli effetti anche sulla comunità creativa. Quasi tutte le produzioni di film e serie tv sono state fermate a livello globale, lasciando centinaia di migliaia di persone coinvolte nel cast e nella troupe senza lavoro. Tra queste ci sono elettricisti, carpentieri, autisti, molti dei quali sono pagati con salari orari e lavorano progetto dopo progetto. Questa comunità ha sostenuto Netflix nei periodi positivi e vogliamo aiutarla ad affrontare questa situazione negativa, in particolare mentre i governi stanno ancora cercando di capire che tipo di sostegno economico potranno offrire”.

Come ci è stato resto noto, tutte le serie prodotte per Netflix sono inevitabilmente in pausa. Gran parte dei soldi stanziati, quindi, sarà destinata alla crew che ha lavorato instancabilmente sul set dei progetti noti e che, allo stato attuale, è rimasta a casa senza lavoro.

Di tutta la somma finale, 15 milioni saranno invece assegnati ad altre realtà e organizzazioni non profit, il cui sostegno è rivolto alla troupe delle nazioni che sono la sede di realtà produttive dal valore inestimabile.

Infine, e non per importanza, Netflix devolverà 1 milione di dollari ad alcune organizzazioni, tra cui annoveriamo: il Covid-19 Disaster Fund di SAG-AFTRA, Motion Picture and Television Fund e Actors Fund Emergency Assistance. Godranno del medesimo trattamento, sia AFC che Fondation des Artistes.

Nonostante – secondo le ultime dichiarazioni – Netflix ridurrà la qualità dello streaming a causa del sovraccarico dei sistemi, la generosità che dimostrato potrebbe portarci a perdonarle questo affronto. Non credete?

Seguici su: Facebook e Instagram

Back to top button