Cronaca

Coronavirus, mangiare al ristorante è l’attività più a rischio contagio

Ristorante- Fonte: Web

Un recente studio statunitense dimostrerebbe che mangiare al ristorante sia l’attività più a rischio contagio da Coronavirus. La causa principale sarebbe legata alla circolazione dell’aria che, all’interno di un locale chiuso e frequentato clienti senza mascherina, esporrebbe maggiormente al virus.

Lo studio statunitense e le conclusioni

Ad affermare il rischio di contagio da Coronavirus al ristorante è un nuovo studio del Cdc statunitense. I ricercatori sostengono che “L’esposizione al virus al ristorante è stata legata alla circolazione dell’aria. La direzione e l’intensità dei flussi potrebbero influire sulla trasmissione del virus anche se le misure di distanziamento sono applicate correttamente. Le mascherine non possono essere indossate mentre si mangia o si beve, mentre altre attività, come lo shopping, non le precludono“.

In effetti il ristorante è un luogo chiuso e frequentato da clienti che, seduti al tavolo, non sono tenuti ad indossare la mascherina. Questo renderebbe il ristorante un luogo di maggior esposizione al virus rispetto alle altre attività commerciali, dove invece la mascherina può essere costantemente indossata. La ricerca pubblicata giovedì 10 settembre ha preso in esame circa 314 adulti che erano stati sottoposti al tampone per Coronavirus a luglio, in 10 Stati. Di questi, 145 sono risultati positivi e 160 negativi. I soggetti hanno poi risposto a diverse domande sulle attività svolte in precedenza in luoghi pubblici. Si è concluso che chi era stato in un ristorante nei 15 giorni precedenti l’analisi ha mostrato una probabilità doppia di contagio.

Leggi tutta l’Attualità di Metropolitan Magazine.

Back to top button