Attualità

Coronavirus Roma, a Termini nuove regole per la fase 2

Avviati i primi controlli sui passeggeri a Roma Termini. I termo-scanner hanno subito rilevato tre persone con la febbre. Il coronavirus come l’11 settembre cambierà le regole del vivere comune.

Coronavirus a Roma, nuovi strumenti per combattere il coronavirus

Dalla mattina di giovedì 9 aprile sono ufficialmente entrati in funzione i termo-scanner alla stazione Termini. I preziosi strumenti di rilevazione della temperatura corporea hanno una finalità ben precisa.

Contenere i contagi del nuovo Coronavirus per garantire a tutti i passeggeri una fruizione serena del servizio di trasporto ferroviario.

“Una misura essenziale” l’ha definita la sindaca Raggi, aggiungendo poi: “l’abbiamo voluta da subito anche grazie alla collaborazione con Rfi, con l’Ordine dei medici e con la Protezione civile. Tutto questo ci consentirà di avere un monitoraggio delle persone”.

I primi controlli hanno permesso di trovare subito 3 persone con la febbre. Nel punto triage allestito in stazione si procede ad una seconda misurazione della temperature con gli strumenti tradizionali.

Poi c’è da compilare un questionario per sapere dov’è stata la persona, da dove arriva e quelli che sono stati contatti con eventuali persone già positive al Coronavirus. Quindi rispetto ad un setting preciso standardizzato con l’ospedale Spallanzani, il passeggero può essere indirizzato o in varie strutture o in isolamento domiciliare.

Il termo-scanner verrà presto introdotto anche in altre strutture a partire dalla stazione Tiburtina. Magi, presidente dell’Ordine dei medici di Roma, ha sottolineato: “È una battaglia importante, sarà abbastanza lunga, ma ci abitueremo a queste nuove modalità, come avvenuto negli aeroporti dopo l’11 settembre. Ci permette anche di partire con la sperimentazione per la fase 2.”

“Questa stessa esperienza dovrà essere riportata oltre che nelle stazioni ferroviarie anche nelle stazioni della metropolitana, all’entrata dei centri commerciali, davanti agli uffici pubblici, in modo da poter garantire anche la ripartenza economica oltre che a gestire l’emergenza sanitaria”.

Da giovedì 9 aprile, sono tre i termo-scanner a disposizione del presidio medico. Con questi strumenti viene misurata ai passeggeri la temperatura ai varchi “F” (binario 8) e “G” (binari 9 e 10).“

La disponibilità è di 740 termo-scanner. Sono stati messi a disposizione dalla Task force Itersocietaria del gruppo FS italiane.

Coronavirus, Roma-Termini Fonte: ilmessagero.it
Coronavirus, Roma-Termini
Fonte: ilmessagero.it

LEGGI TUTTA L’ATTUALITÀ

SEGUICI SU FACEBOOK

Back to top button