Calcio

Coronavirus, l’attaccante che insidia le difese sanitarie della Serie A

Il Coronavirus continua a tormentare senza sosta l’intero mondo. Si studiano nuove misure per cercare di limitare il più possibile il contagio. Ad essere messo in seria discussione è il mondo del calcio. La Serie A, dopo il rinvio di Genoa-Torino, deve affrontare un ulteriore incremento di casi. Anche il big match tra Juventus e Napoli rischia di saltare. Gli azzurri non sono partiti per Torino per via del blocco imposto dalla Asl. A poche giornate dall’inizio, il campionato si ritrova ad affrontare una nuova crisi.

Juve-Napoli-Coronavirus GettyImages
(Getty Images)

Il blocco del Napoli

Una situazione senza precedenti quella che si vive a Napoli in queste ore. La partenza degli azzurri per Torino sarebbe dovuta essere ieri, ma così non è stato. L’intera squadra è stata letteralmente bloccata dalla Asl della Campania. La positività di Elmas e Zielinski hanno portato ad un blocco dell’intera squadra. La partenza (che doveva essere per le 19.45 di ieri) è stata cancellata, forse solo posticipata. Il Coronavirus affligge tutto il mondo, quindi anche il calcio deve adattarsi a questa minaccia. La Lega ha infatti preparato un regolamento perfetto in caso di contagio: con tredici giocatori negativi si può scendere in campo. Una decisione che è in completa contraddizione con ciò che in queste ore sta succedendo a Napoli.

Gli azzurri, infatti, non solo non partono per Torino, ma chiedono alla Juventus di non scendere in campo. Secondo Il Giornale, lo stesso Aurelio De Laurentiis avrebbe contattato Andrea Agnelli per chiedergli di non giocare il match. I bianconeri hanno risposto di non poter assecondare la richiesta del presidente del Napoli a causa delle regole imposte dalla Lega. A supportare la scelta dei bianconeri è proprio la stessa associazione calcistica, che non vede i presupposti per rinviare il big match di questa sera. Il Coronavirus, quindi, non rimanderà (almeno per il momento) lo scontro tra la squadra di Andrea Pirlo e Gennaro Gattuso. La Juventus ha già fatto sapere che alle 20.45 sarà sul campo dell’Allianz Stadium per disputare la partita. Si attendono notizie e ulteriori sviluppi da Napoli.

Coronavirus, tutti i casi in Serie A

Genoa-Torino è il primo caso di rinvio causa Coronavirus deciso dalla Lega. I numerosi casi nella squadra rossoblu (ad oggi 22) hanno costretto a un rinvio straordinario. Anche il Napoli vorrebbe il rinvio, ma i soli due contagi non hanno portato al cambio di decisione della Lega. Stessa sorte per Cagliari e Milan. Entrambe le squadre hanno due giocatori contagiati dal Covid-19. Nonostante ciò, i rossoneri hanno disputato il doppio preliminare di Europa League e anche la partita contro il Crotone.

Il regolamento è chiaro e preciso. Lo sa anche il Sassuolo che non ha mai potuto far scendere in campo Jeremie Boga. L’esterno neroverde non ha disputato neanche una partita in questa nuova edizione della Serie A perché alle prese ancora con il Coronavirus. Tra i contagi spicca anche il nome di Keita Balde. L’ex giocatore di Lazio e Monaco è stato acquistato dalla Sampdoria nello stesso periodo in cui ha contratto il virus. Un caso senza precedenti e che inevitabilmente porta l’attaccante lontano dai campi da gioco. Il caos, insomma.

Seguici su Metropolitan Magazine

Adv

Related Articles

Back to top button