Motori

Cos’è la patente AM e cosa consente di guidare

Come ottenere la patente AM

Ha la possibilità di conseguire la patente AM qualunque persona con un’età minima di 14 anni, sebbene il trasporto di un passeggero sia consentito solo una volta compiuti i 16 anni d’età, e unicamente per i veicoli omologati a tale funzione. Per ottenere la patente è richiesto il superamento sia di una prova teorica, il quiz patente am che di una pratica. La prima vede il candidato, il giorno della prova (della durata di 25 minuti) impegnato nel dare risposta a 30 affermazioni, caratterizzate dal classico meccanismo del “Vero” o “Falso”. Perché l’esame risulti superato non devono essere commessi più di 3 errori. Le domande possono avere come argomento segnali di pericolo, precedenza, divieto, obbligo, indicazione e pannelli integrativi, norme su precedenza e di comportamento, segnali luminosi e orizzontali, fermata, sosta e definizioni stradali, incidenti, assicurazione, elementi del ciclomotore, comportamenti alla guida del veicolo, utilizzo del casco, rispetto della vita, salute, rispetto dell’ambiente e conoscenze base sul funzionamento dei ciclomotori in situazioni d’emergenza. L’esame pratico prevede 2 fasi: nella prima il candidato dovrà eseguire specifiche manovre, differenti in base al veicolo (potrà essere un ciclomotore a 2 ruote, a 3 ruote o un quadriciclo leggero) all’interno di un’area attrezzata. La seconda prova, invece, andrà a testare la sua capacità nel guidare nel traffico. Se nel primo caso il ciclomotore ospiterà solamente chi sostiene l’esame, nel secondo sarà presente al suo fianco l’istruttore.

La patente nautica: cosa ha comportato la recente riforma

La patente nautica è stata oggetto di una recente riforma, che non ha fatto altro che tradurre nella pratico quanto indicato dai Decreti Legislativi 229/17 e 160/20. Oggetto del cambiamento? I programmi d’esame e il loro svolgimento. Oggi, per conseguire la patente è necessario superare sia una prova scritta, il quiz patente nautica, che una di pratica. Al candidato è richiesto anche un minimo di ore (cinque) di manovre su imbarcazioni o navi da riporto (utilizzando mezzi impiegati per l’insegnamento professionale, attestati da una scuola nautica). Nel caso in cui ottenga l’idoneità al termine della prova scritta, ma non riesca a superare (nei 2 tentativi consentiti) quella pratica, il candidato ha modo di sostenere, entro il termine di 30 giorni, una nuova prova pratica. La novità introdotta dalla riforma consiste nel fatto che non è più obbligatorio ricominciare completamente il percorso, evitando una nuova prova scritta. Un’ulteriore innovazione ha ad oggetto il mancato carteggio ( richiesto per conseguire la patente “senza limite”). In tale ambito, infatti, il candidato ha facoltà di chiedere di continuare l’esame “entro 12 miglia”.

Back to top button