Cronaca

Covid-19: le allergie proteggono dalla sintomatologia più grave

Uno studio italiano condotto su 500 pazienti del Nord Italia ha evidenziato la possibilità che le allergie proteggano dalle forme più acute di Covid-19.

Le allergie: uno scudo contro Covid-19

Uno studio coordinato da Enrico Scala dell’Istituto Dermopatico dell’Immacolata (Idi) di Roma e da Riccardo Asero della Clinica San Carlo di Paderno Dugnano (Milano) suggerisce che le allergie proteggano dal coronavirus. Le ricerche sono state condotte su 500 pazienti ricoverati nei migliori ospedali del Nord Italia tra i mesi di marzo e aprile. I risultati, pubblicati sulla rivista Allergy, hanno evidenziato che i soggetti allergici sono geneticamente predisposti a generare una risposta immunitaria che non implica l’intervento di molte citochine, le molecole responsabili della tempesta infiammatoria che si manifesta nei casi più gravi. Questi pazienti risultavano infatti “protetti” dalla Ards, la sindrome da distress respiratorio acuto.

La parola dei ricercatori

I soggetti atopici avevano un’incidenza significativamente minore di polmonite grave o molto grave da coronavirus” spiegano gli autori della ricerca, la cui ipotesi è stata confermata dai dati raccolti: il 67,7% dei pazienti non allergici ha manifestato una sintomatologia grave, contro il 33,3% degli allergici. Questo effetto protettivo non dipende né dall’età né dal sesso e neppure dall’assenza di altri fattori di rischio (come il fumo di sigaretta o problemi cardiovascolari). “L’evidenza clinica – concludono i ricercatori – suggerisce che la predisposizione a una risposta immunitaria diversa potrebbe aiutare a evitare la tempesta citochinica osservata nei casi più gravi di Covid-19“.

Non perderti le news del momento! Continua a seguirci su Metropolitan Magazine.

Back to top button