#DailyManga – Monster Girl #1, di Kazuki Funatsu!

Amici di InfoNerd, bentrovati al nostro nuovo appuntamento con DailyManga!
Stavolta i ragazzi di Forbidden Planet Roma, come se non bastasse già il caldo, hanno pensato bene di alzare la temperatura dandoci il primo numero di Monster Girl.

Descrivere Monster Girl è abbastanza facile: prendete Yokai Watch, sostituite i mostriciattoli con ragazze formose, inquietanti spiriti dagli insoliti costumi quanto basta, un pizzico di Ecchi ed una spolverata di shonen per abbellire il tutto.
Esempi culinari a parte, Monster Girl è un manga rivolto ovviamente verso i fan del genere, si vede comunque che prova a trovare una sua dimensione dando ai personaggi qualcosa di più oltre che il catapultarli in situaizoni assurde quanto paradossali.
La storia ci narra le vicende di Yatsuki Nishizuru, ragazzo di 20 anni che passa le giornate nei maid caffè, con lo scopo di incontrare la sua prima ragazza, ma la sua infinita timidezza lo porta ad incespicare addirittura con la cameriera.

Retro del Primo numero.

Con queste premesse potrebbe sembrare un ragazzo come tanti, ma non è così Yatsuki ha un segreto: possiede il dono di riuscire a vedere gli spiriti dei morti e tutte le creature demoniache che infestano Tokyo.
Dopo un paio di incontri impacciati e situazioni imbarazzanti come da tradizione del genere, il giovane stringerà amicizia con Rokka, prima di scoprire che lei è una Rokuro-Kubi, ossia un demone donna in grado di allungare il collo la notte oltre che la “monster girl” del titolo.
Per una serie di motivi che non possiamo spiegare senza cadere nello Spoiler, il giovane ragazzo finirà per ospitare Rokka a casa sua, ed ovviamente da qui a diventare cacciatori di mostri il passo è veramente breve!
Infatti da circa metà volume ci ritroveremo ad assistere a dei veri e propri scontri contro degli yokai che spezzano il ritmo in maniera ponderata, rendendo dinamico l’andar avanti con la lettura.

Rokka usa il suo potere di fronte a Yatsuki

I disegni dell’opera sono molto curati, inoltre chi ha avuto la fortuna di visitare Tokyo non avrà difficoltà nel riconoscere alcuni dei luoghi citati o rappresentati, vista la cura mostrata.
Il più grande difetto che si può trovare in Monster Girl rimane comunque la descrizione e caratterizzazione degli spiriti, che sono ben radicate nella cultura giapponese, il che tende a far mantenere un certo distacco.
Ad ogni modo nonostante si può avvertire un certo fanservice e strizzata d’occhio a Monster Musume, consigliamo la lettura a tutti gli appassionati del genere e di situazioni particolari con un tocco di azione, che non guasta mai!
Rigraziamo nuovamente i ragazzi di Forbidden Planet Roma, e non perdete il prossimo appuntamento con DailyManga!

© RIPRODUZIONE RISERVATA