Cultura

#DancePills: Dalla Svezia il tormentone estivo “All That She Wants”

Bentrovati amici di #DancePills!

Come ogni Sabato torna l’appuntamento con la consueta dose di Pillole di Dance per gli amanti della cassettina!

In questo quarto appuntamento, dopo aver parlato italiano con i focus sui progetti Corona, Gala e Alexia, rimaniamo in Europa e vi (ri)portiamo in Svezia!

Nel decennio successivo allo scioglimento definitivo degli ABBA, la scena del Pop svedese vide pochissimi successi e numerose meteore; siamo a fine anni ottanta quando il progetto Europop ed Eurodance Ace Of Base prende forma.

La collaborazione tra i fratelli Jonas, Malin e Jenny Berggren e il Dj Ulf Gunnar Ekberg (conosciuto anche con lo pseudonimo Buddha ndr) porta, nel Dicembre del 1992 in Scandinavia e poi agli inizi del 1993 nel resto d’Europa, all’uscita dell’album debutto della band che porta il titolo “Happy Nation” su etichetta Mega Records.

L’album, con interessanti influenze Pop e Raggae, contiene tra gli altri i singoli “The Sign”, “Wheel Of Fortune”, “Happy Nation”, “Living in Danger” (successivamente remixato dal famosissimo David Morales ndr) e “All That She Wants”; il successo planetario è immediato.

Siamo nell’estate del 1993. In America debutta il Late Show firmato David Letterman; nel belpaese invece si scioglie la Democrazia Cristiana e non viene rinnovato il 41-bis a diversi boss mafiosi dopo le bombe di Roma e Milano.

In TV la firma del successo è quella di Gianni Boncompagni con Non è la Rai mentre le radio programmano a ripetizione un pezzo semplice ma dal ritmo trascinante, con un misto di sonorità Pop e Raggae che diventa una smash-hit in ogni dove e che rimane al vertice delle classifiche di tutto il mondo per molte settimane.

Il titolo iniziale previsto per il brano scritto da Jonas Berggren e Ulf Ekberg era Mister Ace”; fu poi il produttore Denniz Pop a cambiarne il testo, l’arrangiamento e il titolo. La versione finale del pezzo convinse tutti. Nacque così “All That She Wants”.

Il successo è straordinario, il singolo vende milioni di copie e si piazza al vertice di quasi tutte le classifiche del momento; in Italia diventa il terzo singolo più venduto dell’estate stessa e gli Ace of Base partecipano a diverse tappe del Festivalbar.

Il brano è stato utilizzato per la colonna sonora di due film che ebbero notevole successo nel corso del 1993: “Abbronzatissmi 2 – Un anno dopo” e poi “Piccolo Grande Amore” che segnava il debutto sul grande schermo dei giovanissimi Raoul Bova e Barbara Snellenburg; inoltre compare nell’ottavo episodio della serie Tv italiana 1992.

Numerose invece sono le Cover che hanno ripreso il pezzo nel corso di questi anni: tra le più famose sicuramente la versione dei Kooks, per l’album “Radio 1: Established 1967″ e la trashissima “Cumbà Giuàn” di Leone di Lernia per l’album “Disco Hauz”.

#DancePills: a noi piace a 90! A settimana prossima per una nuova puntata!

Sasso

Back to top button