Death Stranding, videogioco ideato da Hideo Kojima, è stato nominato ai Game Of The Year 2019 e sull’internet è scoppiata la polemica. Ma perché?

Death Stranding è un videogioco uscito l’8 Novembre 2019 per Playstation 4 e che dall’estate 2020 sarà disponibile anche per PC.
Nel gioco impersoniamo Sam, un corriere in un’America post-apocalittica, non dico altro per non fare spoiler sul titolo.
Già dall’uscita del gioco il popolo dell’internet si era trovato spaccato in due, tra chi riteneva il lavoro di Kojima un capolavoro videoludico e chi invece pensava fosse un’opera alquanto pedante e ripetitiva.

Proprio in questi giorni sono uscite le nomination per i GOTY 2019 (Game of the year) e Death Stranding è rientrato nella lista.
Questa nomination ha creato un vero e proprio panico nell’internet.
Ciò è accaduto perché il pubblico ha dato la causa di questa nomina solo all’amicizia tra Hideo Kojima e Geoff Keighley, presentatore dei GOTY di quest’anno, il quale ha anche avuto un cameo nel gioco.
Le accuse risultano però decisamente sterili, in quanto Keighley non ha alcuna influenza sulla scelta dei giochi nominati al premio di gioco dell’anno.

Death Stranding
Death Stranding Gameplay – Photo Credit: Web

I Game Of The Year quest’anno si svolgeranno il 12 Dicembre e, accanto a Death Stranding, vediamo titoli come “Sekiro: Shadows die twice”, “Resident Evil 2” e “Super Smash Bros. Ultimate”.
Non ci resta che attendere ulteriori sviluppi della vicenda e vedere come andranno i premi.

Seguici su
InfoNerd
Instagram
Facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA