Decisi i criteri di promozioni e retrocessioni

Foto dell'autore

Di Redazione Metropolitan

Sono stati finalmente decisi i criteri che assegneranno le promozioni dalla C alla B e le retrocessioni in D.

Mentre le squadre sono impegnate da diversi turni nel girone di ritorno la FIGC e la Lega hanno deciso sulla questione promozioni e retrocessioni. La Serie B tornerà a 20 squadre ma non a 22 e dunque le promozioni dalla C saliranno a 5. Le retrocessioni invece visto che sono 59 e non 60 le partecipanti e che un posto si libererà per la promozione in più saranno solo 7.

La modalità delle promozioni

non cambierà molto. Saliranno in Serie B le vincenti di ognuno dei tre gironi, mentre i playoff avranno un turno in meno. Le due squadre che in condizioni normali si sarebbero giocati il posto disponibile saranno entrambe promosse.

Per quel che riguarda le retrocessioni invece

saranno le ultime classificate di ogni girone a scendere direttamente in D come già previsto. Mentre cambierà parecchio la fase dei playout. Saranno solo la penultima e la terzultima dei raggruppamenti a prendervi parte, mentre quartultima e quintultima saranno salve subito.

Nel girone C, che ha solo 19 squadre, la perdente della doppia sfida di playout sarà retrocessa, mentre la vincente sarà salva. Nei gruppi A e B invece le due vincenti delle serie dovranno sfidarsi tra loro per decidere la settima formazione che dovrà tornare tra i Dilettanti.

Naturalmente se delle squadre, Pro Piacenza e Matera quasi certamente, mentre rischiano anche Lucchese e Cuneo, saranno escluse dal campionato toccherà a loro occupare per prime le caselline della retrocessione.