Gossip e Tv

Donatella Rettore, chi era la madre Teresita Pisani: “Mi imbottiva di valeriana”

Mi hanno messo in collegio, mia madre mi imbottiva di valeriana, non ero una che si accaniva sui libri, ero vivace. Invece al liceo linguistico volevo fare bella figura” e Donatella Rettore si è così diplomata con il massimo dei voti ma ricorda che la sua era una madre molto severa. 

Quando Donatella ha iniziato ad avere successo la mamma non è più uscita di casa, era una vergogna, non era orgogliosa di sua figlia. Un dispiacere che la cantante porta ancora dentro anche se un giorno è riuscita a dirle tutto. Le dispiaceva che non fosse orgogliosa di lei e che non l’abbracciasse e quando glielo ha detto pochi giorni dopo è morta ma in quei giorni si è sentita amata, perché le aveva risposto che era sempre stata bella, bella d’animo.

La Rettore è figlia di una nobildonna e attrice di prosa e di un commerciante. La coppia ha faticato ad avere figli e la cantante è l’unica nata in salute. Sarà proprio a causa di questo fatto che la madre le sarà particolarmente attaccata. La Pisani infatti aveva faticato molto ad avere un figlio e quando è nata Donatella era già avanti con l’età.

“Ho passato una bellissima infanzia, ero figlia unica. Papà mia ha sempre detto che la figlia deve fare ciò che si sente, invece mamma diceva che la figlia si doveva laureare, il contrario di quello che ero io che ero sempre in bicicletta e giocavo a basket. Ero un maschiaccio”.

Back to top button