Calcio

È morto Pelé

È morto Pelé. Il campione brasiliano aveva 82 anni ed era da oltre tre settimane ricoverato all’ospedale Albert Einstein di San Paolo dove le sue condizioni peggioravano di settimana in settimana a causa di un tumore al colon. Nei giorni scorsi al bordo del suo letto c’era tutta la famiglia, e una delle figlie, Kely Cristina Nascimento, ha pubblicato una foto abbracciata al padre: “Siamo ancora qui, nella lotta e nella fede. Ancora una notte insieme“. Sarebbe stata una delle ultime. Oggi, O Rei, ci ha lasciato.

La lotta di Pelé contro la malattia

È morto Pelé

Negli ultimi anni il brasiliano è stato purtroppo spesso ricoverato in ospedale. Nel 2014 ci finì a causa di problemi renali, qualche mese dopo venne operato alla prostata. Il 4 settembre 2021 all’ospedale Albert Einstein di San Paolo Pelé è stato operato per un tumore al colon. Da quel momento in poi ha sofferto tanto Pelé. I rumors sulla malattia, inoltre, sono stati infiniti. Le terapie hanno dato risultati fino allo scorso novembre quando Pelé è tornato in ospedale. Le notizie sono state subito allarmanti, si è pensato al peggio prima che la figlia con una serie di post sui social smentisse tutto. Poi  nel dicembre 2022 un altro ricovero d’urgenza ce si è trasformato in qualcosa di ben più serio: O Rei è arrivato in ospedale in stato confusionale, poi ha smesso di parlare. Tutta la famiglia si è stretta vicino al suo caro.

La storia di Pelé

Pelé è stato l’unico calciatore ad aver vinto tre Mondiali. Nemmeno diciottenne Pelé venne schierato da titolare nel Mondiale del 1958, il primo vinto dalla Seleção che batté in finale per 5-2 la Svezia padrona di casa. In quella finale Pelé realizzò uno dei gol più belli di sempre. Quattro anni più tardi ci fu il bis Mondiale del Brasile, ma il numero 10 brasiliano giocò solo la prima partita in cui s’infortunò. In patria si parlò di una macumba del papà di Amarildo, attaccante che era la riserva di Pelé e che poi per tanti anni giocò in Serie A.

Nel 1970 Pelé trionfò in Messico, nella finale disputata all’Azteca l’Italia fu sconfitta per 4-1. O’Rey realizzò un gol bellissimo, con uno stacco imponente passato alla storia. Il Brasile si aggiudicò così definitivamente la Coppa Rimet. Pelé divenne il primo calciatore a vincere tre Mondiali, e al momento è ancora unico. In assoluto con il Brasile ha giocato 92 partite ed ha realizzato 77 gol, ed è tutt’ora il miglior marcatore di sempre della Selecao. Il primo gol lo realizzò all’esordio, aveva sedici anni e otto mesi, contro l’Argentina.

Back to top button