Metropolitan Today

El Alamein, 1 luglio 1942: scontro fra alleati e truppe italo-tedesche

El Alamein, le due battaglie che diedero vita ad uno scontro decisivo fra le truppe italo-tedesche e gli Alleati che volevano impedirne l’avanzata verso Alessandria d’Egitto. Il primo luglio 1942, ha inizio la prima battaglia.Ricordando la ricorrenza storica ed i fatti del giorno.

El Alamein, le truppe italo-tedesche contro gli alleati

La prima battaglia di El Alamein combattuta in piena seconda guerra mondiale, vide la contrapposizione fra l’Afrika Korps italo-tedesco comandato da Erwin Rommel e dal  Generale Enea Navarini e l’ottava Armata britannica, con capo Claude Auchinleck. Le battaglie in questione che furono, in seguito, decisive per l’esito del conflitto furono sostanzialmente due: la prima battaglia si concluse con uno stallo, poiché sia le truppe italo-tedesche che quelle inglesi rimasero bloccate sulle loro linee. Lo scontro più decisivo fu il secondo, durante il quale gli alleati riuscirono a mandar via le truppe italo-tedesche ridotte allo stremo, costringendole alla ritirata.

El Alamein, battaglie - Photo Credits: wikipedia
El Alamein, battaglie – Photo Credits: wikipedia

In entrambi i due scontri di El Alamein, le truppe italiane si batterono con valore pagando un duro prezzo di vite umane. Tuttavia, la concreta mancanza di un equipaggiamento funzionale, necessario ad uno scontro di simile proporzioni, fu evidente. L’effettiva e palese difficoltà costrinse l’esercito ad una sanguinosa ritirata. La storia delle truppe italiane ad El Alamein è raccontata dall’omonimo film di Enzo Monteleone.

Eventi Storici del giorno

Primo luglio 1861: a Roma è pubblicato per la prima volta l’Osservatore Romano, quotidiano ancora oggi esistente.1 luglio 1905: le neonate Ferrovie dello Stato danno vita alla prima rete ferroviaria statale. Mentre, il primo luglio 1908, l’SOS diviene il segnale internazionale di soccorso. Cap, 1 luglio 1967: è introdotto dalle poste italiane il codice di avviamento postale. Infine, il primo luglio 2005, invece, finisce in Italia il servizio di leva obbligatorio, con l’esercito che rimane aperto ai soli volontari.

Stella Grillo

Io sono ancora di quelli che credono, con Croce, che di un autore contano solo le opere. (Quando contano, naturalmente.) Perciò dati biografici non ne do, o li do falsi, o comunque cerco sempre di cambiarli da una volta all'altra. Mi chieda pure quello che vuol sapere e glielo dirò. Ma non le dirò mai la verità, di questo può star sicura. Italo Calvino
Back to top button