Gossip e TV

Eleonora Giorgi e Massimo Ciavarro, dopo anni la verità sull’addio: “Lei aveva ragione”

Eleonora Giorgi e Massimo Ciavarro sono stati una delle coppie più amate e seguite del mondo dello spettacolo. Ma dopo diversi anni si sono detti addio, lasciando tutti i fan senza parole.

Eleonora Giorgi, madre di Paolo Ciavarro, è felicissima per la prossima paternità di suo figlio. Felicissimo lo sarà anche il papà di Paolo, Massimo Ciavarro, con il quale l’attrice ha avuto una lunga storia d’amore, che, seppur terminata da molti anni, non cessa di suscitare curiosità. Sono infatti ancora molti che si chiedono perché è terminata la loro bellissima storia?

Eleonora Giorgi, i reali motivi della rottura con Massimo Ciavarro

Icona cinematografica, e non solo, Eleonora Giorgi negli anni Settanta ed Ottanta era già un’attrice di grande successo. Esordì nel film Roma di Federico Fellini e nel 1982 vinse il David di Donatello per la sua interpretazione nel film di Carlo Verdone Borotalco.

Massimo Ciavarro, invece, proveniva dal mondo dei fotoromanzi di Grand Hotel, storico settimanale che per decenni ha pubblicato sulle sue pagine questa tipologia di racconti per immagini che ebbero un seguito di lettori vastissimo. L’incontro sul set di Sapore di mare 2 Un anno dopo, diede il via alla loro bellissima storia.

Sono stati una coppia bellissima, molto unita e ben affiatata, complice sia nella vita che nel lavoro. Ma dopo qualche anno, si sono detti addio.

Sulle reali cause che portarono ad una dolorosissima separazione per tanti anni vi è stato il più assoluto riserbo da parte dei due protagonisti.

Dodici anni insieme, la nascita del loro amatissimo figlio Paolo, non si possono dimenticare facilmente. In una recente intervista è stato Massimo Ciavarro a motivare concretamente la rottura del rapporto con Eleonora Giorgi.

Ospite di Caterina Balivo e della sua trasmissione Vieni da me, l’attore ha confessato: “…lei è la madre di mio figlio Paolo e la nostra separazione è stata molto dolorosa.” Con grande sincerità Massimo Ciavarro ammette che “Lei aveva anche le sue buone ragioni. La donna vuole dimostrazioni di affetto, gesti continui. Cose che io non esprimevo con i fatti.” 

Adv
Adv
Adv
Back to top button