Cultura

Emily in Paris, qualche anticipazione sulla seconda stagione

Adv

Più che Emily in Paris sarebbe meglio dire Emily in Crisis, perché la seconda stagione della serie Netflix sta tornando più incasinata della prima, e noi siamo pronti al dramma.

Lo scorso 18 novembre, l’attrice Lily Collins (che interpreta la protagonista Emily Cooper) ha postato sul suo profilo Instagram il trailer della prossima stagione, che arriverà sulla piattaforma del gigante Netflix il 22 dicembre 2021. Questo Natale, insomma, ci prepariamo a chiuderci in casa per fare esattamente quello che abbiamo fatto lo scorso anno: sparire tra le coperte e divorare ogni secondo della Parigi frivola e colorata di Emily in Paris.

Un buon croissant fa tante briciole: Emily, in Paris, lo capirà

Numerose sono le critiche mosse alla serie, che dall’uscita della prima stagione nel 2020, è stata considerata da molti superficiale, piena di stereotipi, recitata male e scritta peggio. Che è vero. Ma non è proprio questo il motivo per cui non si riesce a smettere di guardarla? Ogni tanto abbiamo tutti bisogno di un guilty pleasure, qualcosa di edulcorato e un po’ stupido per digerire la giornata. Vediamo cosa ci aspetta.

Tra shopping, soliti outfit improbabili e vacanze a Saint Tropez, l’amore si fa largo anche stavolta nella vita dell’influencer più amata e odiata di Netflix. La nostra Emily (che continua a vestirsi male) si troverà a gestire il triangolo tra lei, il suo vicino di casa Gabriel e la sua fidanzata Camille. Quest’ultima scoprirà il tradimento di Gabriel? Ed Emily riuscirà ad interessarsi a qualcun altro, possibilmente single? Pare di sì. Dovete sapere che finalmente, anche se le è servita un’intera stagione per arrivarci, la cara Emily ha deciso di cominciare a studiare francese come si deve, ed è proprio a lezione che incontrerà Alfie, un ancora misterioso studente inglese che non vediamo l’ora di conoscere anche noi.

In quanti drammi si caccerà ancora, la nostra eroina vestita Chanel? Sappiamo che sono tanti e sappiamo che la metteranno in crisi, e a noi toccherà solo il compito di compatirla dal divano. Torna anche Sylvie, la Miranda Priestly di Savoir, se vogliamo esagerare, che nel trailer spinge Emily a godersi l’anno a Parigi fino all’ultimo, abbracciando ogni cosa che le succede, anche le parti più complicate. D’altronde, se un croissant è ben sfogliato non fa forse un sacco di briciole?

Serena Baiocco

Related Articles

Back to top button