Attualità

Emily Ratajkowski: “Sono stata molestata sul set di Blurred Lines”

Adv

Emily Ratajkowski ha dichiarato di essere stata molestata sul set del video del brano “Blurred Lines”, da Robin Thicke che si sarebbe poi scusato per il gesto. La rivelazione della modella, è presente nel libro autobiografico in uscita questo mese.

Emily Ratajkowski nel suo libro in uscita ha dichiarato: “Sono stata molestata da Robin Thicke sul set di Blurred Lines”

Emily Ratajkowski, nel suo libro autobiografico intitolato “My Body”, in uscita il 19 ottobre ha mosso delle accuse ben precise e anche piuttosto pesanti. Emily, nel libro ha raccontato di essere stata molestata dal cantante Ronin Thicke, sul set del video del brano “Blurred Lines” (Thicke, Pharrel Williams e T.I), tormentone del 2013. Il “Sunday Times” ha riportato alcuni stralci in anteprima.

Secondo la versione della modella, il cantante sarebbe tornato ubriaco sul set del videoclip diretto da Diane Martel “per girarlo da solo con me… dal nulla”. L’uomo le avrebbe poi accarezzato il seno con entrambe le mani: “ho sentito le mani di uno sconosciuto che stringevano i miei seni da dietro. Mi sono allontanata d’istinto, guardandolo”. Un episodio sinora mai raccontato nel tentativo di rimuoverlo oltre che di mantenere l’ambiente di lavoro tranquillo.

La Martel ha confermato l’accaduto dichiarando: “Ricordo quel momento, quando ho visto cosa stesse succedendo, mi sono messa ad urlare: Cosa stai facendo? Basta così le riprese sono finite”. Thicke, al tempo sposato con l’attrice Paula Patton, si sarebbe successivamente scusato, affermando che non avrebbe mai fatto quel gesto da sobrio.

Ecco le accuse al video “Blurred Lines”

Il video al tempo fu molto criticato per la forte esposizione della nudità. Le critiche arrivarono non solo dalla Ratajkowki che al magazine “InStyle” dichiarò “Mi ha rovinato l’esistenza”, nonostante avesse contribuito a renderla popolare, ma anche da numerose associazioni per i diritti delle donne che definirono il video sessista e capace di rappresentare la donna come oggetto.

Il videoclip in seguito fu censurato proprio perché mostrava le modelle in topless e biancheria intima color carne, a dispetto dei tre cantanti che erano invece vestiti, oltre che per alcune frasi del brano con chiari riferimento sessisti.

Al momento né Emily Ratajkowski, né Robin Thicke hanno commentato la notizia. Anzi, il produttore musicale ha postato sulla sua pagina Instagram, teneri video del suo weekend in famiglia, in compagnia delle due bambine avute dalla fidanzata April Love Geary, modella californiana.

Adv
Adv

Related Articles

Back to top button