Cronaca

Esplosione a Ravanusa: sale a 7 il numero di vittime sotto le macerie

Adv
Adv

Per 30 ore i Vigili del Fuoco hanno scavato senza sosta e poco dopo le 6.30 è avvenuto il ritrovamento di 4 corpi. L’esplosione degli edifici di Ravanusa sarebbe dovuta a una fuga di gas. Oltre 100 sfollati.

Esplosione a Ravanusa: la procura indaga per disastro e omicidio colposo

Salgono a 7 le vittime trovate tra le macerie di Ravanusa dove sono collassati gli edifici tra le via Trilussa e via Galilei. Lo rende noto il portavoce dei Vigili del Fuoco, Luca Cari. Per 30 ore si è scavato senza sosta e poco dopo le 6.30 è avvenuto il ritrovamento di 4 corpi dopo i primi tre recuperati nella notte tra sabato e domenica. Si cercano ancora due dispersi. 

Per tutta la notte uomini e mezzi dei Vigili del Fuoco hanno ispezionato l’area interessata dall’esplosione che sarebbe stata provocata da una fuga di gas. La procura di Agrigento indaga per disastro e omicidio colposo.

Circa quaranta i palazzi coinvolti

Sono una quarantina gli edifici che sono stati coinvolti nell’esplosione. Quattro quelli crollati e tutti gli altri con gravi danni strutturali. Il quartiere Mastro Dominici è stato devastato. Un centinaio gli sfollati. La procura di Agrigento ha aperto una inchiesta per disastro colposo e omicidio colposo.

Il procuratore Luigi Patronaggio, al termine di un vertice operativo con Protezione Civile, Vigili del Fuoco, Comune e forze dell’ordine:

L’ipotesi privilegiata è quella di una fuga di metano.

Abbiamo posto sotto sequestro al termine di un primo sopralluogo un’area di 10 mila metri quadri

Nominato un gruppo di consulenti che aiuterà a fare chiarezza sulla vicenda. Alcune persone riferiscono che da alcuni giorni sentivano puzza di gas. Italgas da parte sua fa sapere che nessun tipo di segnalazione, riferita a perdite di gas, è mai giunta al servizio di pronto intervento nell’ultima settimana.

Lamorgese: il sistema è stato mobilitato

La ministra dell’Interno, Luciana Lamorgese, è in costante contatto con i vertici del Dipartimento dei Vigili del Fuoco, del Soccorso pubblico e della Difesa Civile per seguire le ricerche dei dispersi.

Il capo della Protezione civile, Fabrizio Curcio:

Abbiamo centinaia di operatori, professionisti, i cani molecolari, le tecnologie. Stiamo facendo il massimo 

Il sindaco Carmelo D’Angelo si mostra grato per l’intervento immediato che ha consentito e sta consentendo di soccorrere le persone. Tutto il Paese è con noi, anche il presidente uscente Mattarella ha espresso vicinanza e solidarietà alla nostra comunità.

L’appello del sindaco:

“l’attenzione per questa gente deve restare massima, anche dopo questi momenti: queste persone hanno perso tutto e meritano tutta l’attenzione possibile, di non essere lasciate sole”.

Segui Metropolitan Magazine su Facebook

Adv
Adv

Related Articles

Back to top button