Calcio

Euro 2020, il Portogallo campione in carica alla ricerca del bis

Adv

Il cammino di Euro 2020 sta per prendere il via. Venerdì sera alle 21, l’Italia e il Galles apriranno la competizione con il match inaugurale. Difficile predire chi riuscirà ad accaparrarsi la coppa, ma alcune selezioni sono sicuramente pronte a lasciare un segno. Tra queste c’è il Portogallo di Fernando Santos, che va alla ricerca del secondo successo consecutivo.

In caso di successo, A Seleção das Quinas sarebbe la seconda nazionale a trionfare in due edizioni consecutive dell’Europeo. Fino ad ora infatti, ci è riuscita solo la Spagna con il torneo del 2008 e del 2012. Quello di Francia 2016, è stato anche il primo trofeo vinto dalla nazionale portoghese. Fu un successo inaspettato, complice anche il fatto che gli uomini di Santos arrivarono in semifinale senza mai vincere una partita nei tempi regolamentari. L’unica partita che si chiuse nei 90′ di gioco fu proprio la semifinale contro il Galles, in cui i lusitani vinsero per 2-0. La finale contro la Francia invece, fu decisa ai supplementari dalla rete di uno ormai storico Eder.

Il percorso del Portogallo verso Euro 2020

Al termine del girone di qualificazione a Euro 2020, il Portogallo si è piazzato al secondo posto con 17 punti in 8 partite. Davanti a Cristiano Ronaldo e compagni si è piazzata l’Ucraina con 20 punti in altrettante gare. Il percorso dei lusitani è stato caratterizzato da 5 vittorie, 2 pareggi e 1 sola sconfitta, quest’ultima contro l’Ucraina. Per il resto, gli altri due rallentamenti sono maturati contro la Serbia e nuovamente contro la selezione ucraina. Nessun problema nei doppi confronti con Lituania e Lussemburgo vinti agilmente, sia all’andata che al ritorno. Poco dopo, in Nations League, i portoghesi hanno ottenuto un altro buon secondo posto, questa volta dietro alla Francia, con 13 punti in 6 partite in un girone composto anche da Serbia e Svezia.

L’Europeo del Portogallo prenderà ufficialmente il via martedì 15 giugno alle 18, quando la formazione di Santos affronterà l’Ungheria nella prima partita del suo girone. Il gruppo dei rossoverdi promette spettacolo e non è assurdo pensare che da qui possa uscire una possibile candidata alla finale. Infatti, oltre alle due già citate formazioni, ci sono anche la Germania e la Francia, campione del mondo in carica.

I punti di forza del Portogallo

I 26 convocati da Fernando Santos sono giocatori che farebbero gola a gran parte delle formazioni. Oltre alla stella Cristiano Ronaldo, che non ha bisogno di presentazioni, i calciatori interessanti sono davvero tanti. In porta il trio è costituito da Anthony Lopes, che salvo contrordini sarà il titolare, Rui Silva, protagonista di un’ottima stagione con il Granada, e Rui Patricio, dal Wolverhampton. In difesa spuntano i nomi di Jose Fonte, campione di Francia con il Lille, i due citizens Joao Cancelo e Ruben Dias, reduci dal trionfo in Premier; Nuno Mendes, campione di Portogallo con lo Sporting, e un infinito Pepe. Infine, completano l’elenco Semedo e Guerreiro.

Anche a centrocampo si leggono nomi importanti. In primo luogo quello di Bruno Fernandes e quello di Bernardo Silva. Potrà riscatenarsi Renato Sanches, che fu protagonista agli Europei del 2016, nonostante la giovanissima età. Dal campionato portoghese arrivano Pote, Rafael Silva, Jose Palhinha e Sergio Oliveira, che in Italia viene sicuramente ricordato come fautore dell’eliminazione della Juventus dalla Champions. Dalla Spagna, ecco Guedes e Carvalho, mentre completano il roster Ruben Neves, Danilo Pereira e Joao Moutinho. La rassegna si chiude poi con la lista degli attaccanti, in cui non poteva mancare la stella della squadra, Cristiano Ronaldo, così come Joao Felix che ha tutte le intenzioni di svolgere un ruolo da protagonista. Lo stesso vale per Diogo Jota, autore di una buonissima stagione con la maglia del Liverpool, e infine la vecchia conoscenza italiana Andrè Silva.

Ad Euro 2020 il tecnico del Portogallo sarà Fernando Santos, ormai in carica dal 2014 e artefice del successo agli scorsi Europei. Alla guida della selezione rossoverde ha conquistato anche un terzo posto nella Confederations Cup del 2017 e un trionfo nella Nations League del 2019.

Maria Laura Scifo

Seguici su Metropolitan Magazine

Seguici su Facebook

Crediti foto: Seleções de Portugal | Facebook

Adv
Adv
Adv
Back to top button