Calcio

Euro 2020, Petkovic e Shaqiri in coro prima di Italia-Svizzera: “Loro favoriti”

Il pareggio contro il Galles mette enorme pressione alla Svizzera di Vladimir Petkovic e Xherdan Shaqiri, entrambi chiamati in causa nella conferenza stampa del pre partita contro l’Italia. Entrambi i professionisti sono orbitati nella nostra Serie A: per loro sarà un ritorno.

Le parole di Petkovic e Shaqiri prima della partita

L’allenatore della Svizzera tornerà allo Stadio Olimpico dopo aver allenato, in carriera, anche la Lazio vincendo la Coppa Italia in finale contro i rivali cittadini della Roma. Sarà emozionante per il Commissario Tecnico: “È bello tornare a Roma dopo otto anni, è la prima volta che torno all’Olimpico – dice Petkovic –. Che tipo di partita faremo? Ciò che abbiamo sempre fatto, ovvero il nostro calcio. L’Italia è la grande favorita non solo per il girone, ma per la vittoria finale e noi dovremo mostrare le nostre qualità. Dovremo sorprenderli e stupirli. Serviranno più velocità e cinismo sotto porta. Comunque contro le grandi squadre abbiamo già dimostrato di riuscire a dominare. Dobbiamo frenare l’entusiasmo dell’Italia, essere pronti a fare il nostro gioco. Rispetto, ma non timore“.

Xherdan Shaqiri, invece, ritroverà sul suo cammino Roberto Mancini, suo allenatore ai tempi dell’Inter. Il calciatore del Liverpool è felice di riabbracciare il vecchio mister: “Non vedo ora di ritrovare Mancini, è un grande uomo. Ha fatto sì che italia sia diventata una grande squadra, sono molto contento per lui. È un ottimo allenatore. L’Italia non è più quella tradizionale che cercava di difendere, ora è spettacolare, gioca un calcio molto offensivo e si trovano a loro agio a giocare così. Cercheremo di segnare, ma loro non prendono gol da nove partite, il che dimostra quanto siano forti anche difensivamente“.

Seguici su Metropolitan Magazine

Back to top button