Calcio

Euro 2020, Petkovic e Shaqiri in coro prima di Italia-Svizzera: “Loro favoriti”

Adv

Il pareggio contro il Galles mette enorme pressione alla Svizzera di Vladimir Petkovic e Xherdan Shaqiri, entrambi chiamati in causa nella conferenza stampa del pre partita contro l’Italia. Entrambi i professionisti sono orbitati nella nostra Serie A: per loro sarà un ritorno.

Le parole di Petkovic e Shaqiri prima della partita

L’allenatore della Svizzera tornerà allo Stadio Olimpico dopo aver allenato, in carriera, anche la Lazio vincendo la Coppa Italia in finale contro i rivali cittadini della Roma. Sarà emozionante per il Commissario Tecnico: “È bello tornare a Roma dopo otto anni, è la prima volta che torno all’Olimpico – dice Petkovic –. Che tipo di partita faremo? Ciò che abbiamo sempre fatto, ovvero il nostro calcio. L’Italia è la grande favorita non solo per il girone, ma per la vittoria finale e noi dovremo mostrare le nostre qualità. Dovremo sorprenderli e stupirli. Serviranno più velocità e cinismo sotto porta. Comunque contro le grandi squadre abbiamo già dimostrato di riuscire a dominare. Dobbiamo frenare l’entusiasmo dell’Italia, essere pronti a fare il nostro gioco. Rispetto, ma non timore“.

Xherdan Shaqiri, invece, ritroverà sul suo cammino Roberto Mancini, suo allenatore ai tempi dell’Inter. Il calciatore del Liverpool è felice di riabbracciare il vecchio mister: “Non vedo ora di ritrovare Mancini, è un grande uomo. Ha fatto sì che italia sia diventata una grande squadra, sono molto contento per lui. È un ottimo allenatore. L’Italia non è più quella tradizionale che cercava di difendere, ora è spettacolare, gioca un calcio molto offensivo e si trovano a loro agio a giocare così. Cercheremo di segnare, ma loro non prendono gol da nove partite, il che dimostra quanto siano forti anche difensivamente“.

Seguici su Metropolitan Magazine

Adv
Adv
Adv
Back to top button