Calcio

Euro 2020, Scozia-Repubblica Ceca 0-2: Schick illumina la scena a Hampden

Adv

È stata una partita davvero emozionante quella di Hampden. Scozia-Repubblica Ceca è stata decisa da Patrick Schick, autore della fantastica doppietta (con un secondo goal da vedere e rivedere) che ha consegnato i tre punti agli ospiti nella gara d’esordio. I padroni di casa hanno collezionato più palle goal degli ospiti, ma gli ottimi interventi dell’estremo difensore ceco e l’imprecisione degli avanti scozzesi hanno prodotto la sconfitta. Di contro, la banda in bianco ha messo in campo maggior tecnica e ha sfruttato la giornata di grazia dell’attaccante in forza al Bayer Leverkusen. Una vittoria, alla fine, meritata.

Scozia-Repubblica Ceca: il primo tempo illuminato dal lampo di Schick

I padroni di casa scozzesi, spinti dal pubblico amico di Hampden, iniziano benissimo il match pressando in modo furioso gli ospiti cechi che, almeno nelle prime battute, sembrano andare in netta difficoltà contro lo strapotere fisico dei britannici. La Scozia imprime sulla sfida fisico e foga, mentre la Repubblica Ceca colpisce con colpi di fioretto dimostrando un tasso tecnico superiore agli odierni rivali: al 14′ Jankto innesca Schick che calcia verso i pali scozzesi, bravo Marshall a chiudere in angolo. Al 18′ arriva la pronta risposta dei blu di casa con Dykes che si inserisce bene e calcia di prima ma non inquadra la porta difesa da Vaclik. Ancora padroni di casa pericolosi al 32′, stavolta con Robertson che sfrutta un buco delle retroguardia avversaria e calcia aprendo l’interno sinistro, l’estremo difensore ceco è attento e neutralizza in corner. È attesa la rete dei beniamini di Hampden, ma invece arriva il fulmineo vantaggio della Repubblica Ceca: al 42′ Coufal pennella al centro dell’area trovando Schick, l’ex Sampdoria e Roma vince il duello aereo con il marcatore diretto e, di testa, mette la sfera nell’angolino.

La ripresa: la magia meravigliosa di Schick e la reazione scozzese

Il secondo tempo si apre con un turbinio di emozioni: ci prova subito Darida, capitano della Repubblica Ceca, con un tentativo da fuori neutralizzato da Marshall. Risposta immediata della Scozia che al 48′ coglie la traversa con un tiro dalla distanza di Hendry. Un minuto dopo Kalas chiama al miracolo intervento Vaclik svirgolando un rinvio. Al 52′ Schick imprime il suo magico timbro con un goal pazzesco: il ceco sorprende Marshall calciando dalla linea di centrocampo, il meraviglioso arcobaleno termina in rete tra lo stupore generale. Una rete incredibile che regala all’attaccante la sua doppietta personale.

Si attende il tracollo definitivo della Scozia che, invece, carica a testa bassa sospinta dal pubblico casalingo: al 60′ Armstrong calcia da fuori trovando la deviazione, disperata, in corner di un difensore ceco che, per poco, non sigla il più classico degli autogol. Al 65′ è Dykes ad andare vicinissimo alla rete con un sinistro da posizione ravvicinata neutralizzato fantasticamente dall’estremo difensore della Repubblica Ceca. Al 81′ Schick potrebbe siglare la tripletta ma il tiro, quasi a colpo sicuro, è centrale. Rispondono i blu al 83′ con lo slalom gigante di Forrest che viene murato al momento della battuta a rete. Al 90′ è Krmencic che potrebbe calare il tris ma il suo tentativo ravvicinato è disinnescato da Marshall. È l’ultimo sussulto di una gara emozionate, soprattutto nel secondo tempo: il talento di Patrick Schick ha squarciato la Scozia.

Seguici su Metropolitan Magazine

Adv
Adv
Adv
Back to top button