Basket

Eurolega, il CSKA sbanca Monaco

Tre le gare giocate ieri nella prima parte della decima giornata di Eurolega. Il big match di giornata ha visto affrontarsi due tra le migliori squadre d’Europa, Bayern Monaco e CSKA Mosca. I russi in particolare ieri hanno sconfitto i padroni di casa tedeschi, raggiungendo gli stessi al secondo posto in classifica. Le altre partite hanno visto Anadolu Efes e Baskonia conquistare la vittoria rispettivamente contro Khimki e Panathinaikos.

Bayern Monaco – CSKA Mosca 81-89

Gara in totale equilibrio per tre quarti o poco più tra Bayern Monaco e CSKA Mosca. I russi infatti a metà 4o quarto hanno preso il largo grazie ad un parziale di 0-11 firmato principalmente da Hilliard e Clyburn. Hanno poi controllato il vantaggio accumulato e si sono portati a casa una vittoria fondamentale che li lancia al secondo posto (a pari merito proprio coi tedeschi) nella classifica della regular season di Eurolega. Tante discussioni nel post-partita con Trinchieri (coach del Bayern Monaco) che si è lamentato con la stampa per i troppi liberi concessi ai sovietici. Miglior marcatore della gara è stato l’ex Olimpia Milano, Mike James. Per il Bayern ottime comunque le prestazioni di Balwin (19 punti) e Reynolds (18 punti).

Le altre due partite del giovedì di Eurolega

Vittorie piuttosto nette, invece, per Anadolu Efes e Baskonia rispettivamente contro Khimki e Panathinaikos. I turchi vantano così adesso un record di 5-4 che li relega al quarto posto nella classifica di Eurolega. Baschi che riescono, invece, a riportare in parità lo score tra vittorie e sconfitte (4-4) nella massima competizione di basket europea.

Nella gara che ha visto affrontarsi il team turco e il team russo tanto equilibrio nei primi due quarti, con i due attacchi che l’hanno fatta da padrone. Il primo tempo è infatti terminato 51-58 appannaggio dell’Efes. L’Anadolu ha poi scavato il solco decisivo nel terzo quarto con un Shane Larkin, partito dalla panchina, totalmente on fire (20 punti a fine gara per lui). Miglior marcatore della partita è stato però Krunoslav Simon, autore di 24 punti. Per il Khimki bene Mickey e Tinma, entrambi autori di 13 punti.

Gara in equilibrio per tre quarti o poco meno tra Baskonia e Panathinaikos. I padroni di casa baschi hanno infatti scavato il solco decisivo a cavallo tra fine 3o quarto e inizio 4o quarto. Il team spagnolo ha poi non solo controllato ma anche ampliato il vantaggio con Pierrià Henri in grande spolvero (14 punti per lui). Migliori scorer della partita però sono stati Peters e Vildoza (19 punti a testa). Ai grechi non bastano i 17 punti di Papapetrou e i 15 di Nedovic.

Per ulteriori aggiornamenti sul mondo del basket, clicca qui
Seguici sulla nostra pagina Facebook
Per tutte le news iscriviti a Metropolitan Magazine

Back to top button