Per i doppi Gran Premi la F1 torna a sondare l’ipotesi della Sprint Race. Il classico format delle qualifiche potrebbe infatti cambiare per cercare di diversificare due gare che rischierebbero di essere identiche.

f1 sprint race
Max Verstappen – Photo Credit: Red Bull F1 Official Twitter Account

F1 Sprint Race – Un’idea che torna

La Formula 1 è ormai pronta a partire; il primo doppio appuntamento in Austria ha infatti ricevuto il via libera dal governo. Red Bull Ring, 5 e 12 luglio, queste le date praticamente certe per l’inizio del mondiale 2020. Liberty Media, FIA e team starebbero studiando un format diverso per i GP doppi, che al momento sarebbero Austria, Gran Bretagna e Bahrain.

Torna dunque l’idea della Sprint Race al sabato, una soluzione già usata nelle formule minori che verrebbe adattata alla F1. Questo permetterebbe di avere un effetto sorpresa, un po’ di imprevedibilità, come detto da Ross Brawn, in gare che altrimenti sarebbero fotocopie delle prime; infatti se il meteo non dovesse variare, il risultato del secondo weekend potrebbe essere identico, sia nel risultato che nelle strategie.

f1 sprint race
GP Spagna 2019 – Photo Credit: F1 Official Twitter Account

Questa idea era già stata proposta all’interno della F1 senza però riscuotere successo, venendo definita quasi come un sacrilegio con l’unico scopo di cancellare il dna del Circus. La pandemia globale legata al Covid-19 ha però costretto a rimescolare le carte in tavola; questo 2020 potrebbe diventare quindi il primo anno nella storia della Formula 1 ad avere delle Sprint Race al posto delle classiche qualifiche.

F1 Sprint Race – Novità in discussione 

La Sprint Race non darebbe punti per il titolo iridato, servirebbe solo a cambiare le sorti di una gara altrimenti già scritta. L’ordine di partenza, al sabato, verrebbe dato dalla classifica mondiale, ma al contrario. Il primo parte ultimo, il secondo penultimo e così via, fino all’ultimo che si troverebbe in pole position; questo il nuovo format di qualifiche pensato ed eventualmente applicato solo ed esclusivamente ai GP-bis.

Altra novità ancora in discussione è quella della scelta delle mescole. Pirelli infatti potrebbe fornire dei set fissi ed uguali per ogni team; 2 hard, 3 medie e 8 soft, sconosciute fino a prima dell’evento e soggette a cambiamenti per la seconda gara. Una scelta del genere aiuterebbe sicuramente a diversificare le strategie tra il primo e il secondo GP sulla stessa pista.

f1 sprint race
Vettel e Leclerc – Photo Credit: F1 Official Twitter Account

F1 Sprint Race – Pronti al via?

Le idee proposte sono ovviamente tutte da valutare anche e soprattutto in base alla durata della power unit. Al momento il regolamento non ha subito modifiche dal punto di vista del numero dei motori ibridi consentiti; 3 in totale per tutta la stagione, considerata ancora di 21 gare. Anche il numero di giri dell’eventuale Sprint Race dovrà essere valutato tenendo conto della vita delle power unit. Una soluzione, di cui già si è sentito parlare, potrebbe essere quella di ridurre il weekend di gare da 3 a 2 giorni; tale idea non ha per ora trovato il consenso né delle televisioni né degli organizzatori di Gran Premi.

In attesa di ogni singola novità che caratterizzerà questo strano 2020, l’Austria si prepara ad ospitare il primo Gran Premio, seguito immediatamente dal secondo. Il governo della Gran Bretagna intanto dà il consenso per gli eventi sportivi, Formula 1 compresa; questa stagione di F1 sembrerebbe ormai pronta a scendere in pista e attendere lo spegnimento dei semafori per dare il via a quella normalità venuta a mancare in questo periodo.

SEGUICI SU:

INSTAGRAM: https://www.instagram.com/motors.mmi/
YOUTUBEhttps://www.youtube.com/channel/UCigTTOEc6pPf3YtJMj9ensw
SPOTIFYhttps://open.spotify.com/show/4r2r46o8ZTBOnjzPG7Hihw
FACEBOOKhttps://www.facebook.com/motors.mmi/
NEWS MOTORIhttps://metropolitanmagazine.it/category/motori-sport/

© RIPRODUZIONE RISERVATA