Calcio

Fabio Cannavaro: “Scudetto? Chi lo vuole dovrà battere il Napoli”

Un napoletano doc che eleva il Napoli come favorita per lo scudetto di questa stagione sportiva di Serie A. Fabio Cannavaro, reduce dai tanti anni passati in Cina come allenatore del Guangzhou Evergrande. L’ex difensore, vincitore del Pallone d’Oro nel 2006, si è sbilanciato anche sul premio dedicato al calciatore migliore dell’anno e sul rinnovo di Lorenzo Insigne auspicando una firma rapida sul contratto dell’attuale capitano.

Le dichiarazioni di Fabio Cannavaro

Ecco le parole, rilasciate a La Gazzetta dello Sport, dell’ex allenatore del Guangzhou Evergrande:

Era dai tempi della mia vittoria del trofeo che non succedeva, dunque è un bel segnale. Jorginho è il più accreditato, anche se sono convinto che vincerà Messi. Barella e gli altri meritano tutti, ma ci doveva essere nel gruppo anche Chiesa, per quello che ha fatto vedere. Dipende logicamente dalla vittoria dell’Europeo. Bonucci e Chiellini continuano a essere una grande coppia, nonostante gli anni. Ecco in prospettiva azzurra abbiamo ottimi centrocampisti e attaccanti ma ci mancano difensori centrali. Sta crescendo bene Bastoni, ma se non verranno fuori altri uomini credo che Roberto Mancini dovrà prendere in considerazione anche la difesa a tre“.

Donnarumma Pallone d’Oro? Per i portieri, come per i difensori, è sempre molto dura. Non è un caso lo abbia vinto solo il russo Yaschin. Gigio ne avrà parecchie di possibilità continuando così. Fra Nazionale e Psg potrà vincere molto e proporsi con più chance al trofeo visto che l’era di Messi e Ronaldo è al tramonto e ancora non si vedono all’orizzonte grandi dominatori“.

Scudetto? Con la squadra al completo il Napoli non teme nessuno e può davvero vincere lo scudetto. Spalletti è anche un po’ cambiato, in positivo. Nel senso che senza togliere bellezza al suo gioco, è diventato più concreto nello schierare in campo i propri uomini. E la squadra dà risposte eccellenti sul piano della solidità, sembra di sbattere contro un muro giocando contro di loro. Insomma il Napoli sa giocare basso e ripartire veloce, ma ha anche giocatori che sanno saltare l’uomo e mostrano padronanza di palleggio per aprire le difese chiuse. E all’occorrenza con Koulibaly puoi tenere la linea altissima per difendere negli spazi aperti. Chi vorrà vincere il titolo dovrà batterli e non sarà per nulla semplice. Le milanesi sono molto forti, soprattutto l’Inter e non solo perché ha lo scudetto sul petto. Quella nerazzurra è squadra forte e compatta. E poi mai dare per morta la Juventus“.

Seguici su Metropolitan Magazine

(Credit foto – Pagina Facebook Ufficiale Fabio Cannavaro)

Back to top button