InfoGeek

Facebook da settembre cambia grafica, cosa succederà

facebook marketing

Facebook ha iniziato ad avvisare i più reticenti da settimane: “La versione classica scomparirà presto”. Facebook cambia grafica: il tema che fino a diverse settimane fa era opzionabile diventa ora obbligatorio e la nuova versione sarà attiva per tutti dal 1 settembre..

Annunciata addirittura oltre un anno fa, alla conferenza degli sviluppatori di aprile 2019, e disponibile dallo scorso marzo (anche se non per tutti gli utenti e su base volontaria), il nuovo assetto di Facebook sarà l’unico accessibile da settembre. Tutti, insomma, volenti o nolenti dovranno traghettarsi alla nuova interfaccia del social network più popolato del pianeta.

Ma quali sono le novità della piattaforma, che dalla veste grafica si traducono anche verso un approccio sensibilmente diverso rispetto al passato? Non poche. I caratteri sono più grandi e leggibili, le icone più lucide e soprattutto le funzioni a cui Mark Zuckerberg è molto affezionato, e che crede possano cambiare pelle alla sua creatura senza tradirne redditività e missione, più in evidenza. È per esempio il caso, navigando da desktop, della barra superiore con le sezioni Pagine, Watch, Marketplace e Gruppi.

Home ci porta al newsfeed, cioè alla bacheca con gli aggiornamenti degli amici. Le storie, come detto, sono invece collocate in cima. Pagine conduce invece l’utente a gestire quelle che abbia eventualmente aperto. Watch mette in evidenza i video più popolari per l’utente ma dà anche accesso ai programmi (fra cui gli originali Facebook) e video in diretta dalle pagine più diverse, ma sempre con un occhio all’attualità. Su Marketplace si possono invece comprare e vendere oggetti nuovi o usati mettendosi rapidamente in contatto con i venditori. Infine Gruppi costituisce di fatto una newsfeed parallela con gli aggiornamenti provenienti da tutti i gruppi a cui si partecipa (se ne possono anche cercare degli altri o crearne uno).

Come tornare al vecchio Facebook

I passaggi per tornare a quella che Facebook chiama “versione classica” sono pochi e semplici. A partire dalla scheramata principale del sito, dalla bacheca, dal profilo di un amico, da una pagina o da un gruppo basta cliccare sul il pulsante in alto a destra, che raffigura un triangolo con la punta rivolta verso il basso e apre un menù dedicato alle impostazioni del sito. La tendina che appare a questo punto contiene scorciatoie di ogni genere, da quella per visitare il proprio profilo alla pagina di assistenza, ma al penultimo posto – proprio sopra il tasto per l’uscita dal social – ospita un voce che recita Passa alla versione classica di Facebook.

Cliccare sul tasto avvia la procedura per riavere la vecchia interfaccia, che consiste di un unico ulteriore passaggio. Facebook vuole infatti sapere cosa spinge gli utenti a rifiutare la nuova grafica, e chiede a tutti coloro che fanno questa scelta di motivarla con un brevissimo sondaggio; dopo aver soddisfatto la curiosità degli sviluppatori sul motivo della propria scelta, il sito tornerà a mostrare l’agognata grafica classica.


Back to top button