Arte e Intrattenimento

Fao Schwarz, il negozio di giocattoli di New York sbarca a Milano

Il maxi negozio di giocattoli newyorkese Fao Schwarz ha aperto mercoledì 27 ottobre a Milano. Si tratta della prima apertura europea del marchio che ha fatto sognare i bambini con i suoi soldatini animati e gli orsi di peluche giganti.

Dalla Grande Mela a Milano: Fao Schwarz sceglie l’Italia per la prima apertura europea

Orsi giganti di peluche, commessi vestiti da schiaccianoci, bambole di ogni tipo e trenini sono pronti ad accogliere i clienti nello store Fao Schwarz di Milano. Ieri nel capoluogo lombardo ha aperto il primo store europeo dello storico brand newyorkese di giocattoli. Lo store in via Orefici 15 si estende su 600 metri quadrati disposti su tre piani ed è aperto tutti i giorni dalle 10.15 alle 20.

All’ingresso c’è la famosa “Clock Tower“, che allo scoccare di ogni ora trasmette una canzone diversa, mentre ogni 15 minuti il suo quadrante cambia aspetto. Tra le attrazioni, anche la grande macchina “Paw Patroller“, su cui i bambini possono salire per immedesimarsi nei protagonisti del cartone animato “Paw Patrol”. O ancora si può giocare a “Barbie Style by You“, scegliendo la bambola, i vestiti e gli accessori per completare il guardaroba.

Tra le altre peculiarità dei negozi Fao Schwarz ci sono show di magia, dimostrazioni e tanti giochi interattivi in cui i bambini (e non solo) possono cimentarsi. Inoltre, nell’area “Bunnies by the Bay” si possono richiedere personalizzazioni di copertine, cappelli e peluche.

 Sul sito ufficiale è stato inaugurato “Il gioco delle meraviglie”, una caccia al tesoro virtuale nel centro di Milano, in cui gli utenti devono cercare giocattoli nascosti. Chili trova riceverà un codice da mostrare ai commessi del negozio per verificare se è tra i tre vincitori di uno dei 500 prodotti in palio. Per i tre fortunati c’è anche un altro premio: una merenda con cinque amici circondati dai giocattoli del negozio.

La storia di un marchio cult, dagli inizi a Baltimora al cinema di Hollywood

Il nome Fao Schwarz non è altro che l’abbreviazione del nome del suo fondatore, Frederick August Otto Schwarz. Nato nel 1836 da una famiglia di origine tedesche nell’antico impero prussiano, i genitori di Schwarz decisero di emigrare a Baltimora nel 1856. Qui Frederick iniziò a lavorare in un negozio di cancelleria che importava materiali dalla Germania. Nei pacchi in arrivo c’erano spesso giocattoli e Schwarz ebbe l’idea di metterli in vetrina. I bambini di Baltimora che passavano in strada furono molto incuriositi e iniziarono ad acquistarli.

Nel 1862, visto il successo dei giocattoli, Schwarz aprì un negozio tutto suo a Baltimora, per poi trasferirsi nel 1870 a New York nell’isola di Manhattan. L’imprenditore morì nel 1911, ma il suo brand conobbe una grande popolarità a livello mondiale, anche grazie al cinema.

Infatti, uno dei giocattoli più noti di Fao Schwarz è il pianoforte reso famoso dal film “Big” del 1988, con il giovane Tom Hanks. La particolarità di questo piano è che si trova poggiato a terra e danzando sui suoi tasti si possono comporre numerose melodie, proprio come uno strumento vero. Nella scena del film l’attore inizia a danzare sul piano e suona il brano swing “Heart and soul”.

Altra celebre apparizione cinematografica è quella in “Mamma, ho riperso l’aereo” del 1992. Nel film il protagonista Kevin si nasconde in un negozio ispirato proprio a quelli di Fao Schwarz. Lo store compare anche in altre pellicole quali “La dea dell’amore” di Woody Allen, “Baby Boom” con Diane Keaton, “Affari d’oro” con Michele Placido e “I Puffi.

Giulia Panella

Seguici su
Facebook
Instagram

Adv
Adv
Adv
Back to top button