Moda

Fashion Week Women’s collection, Milano riaccende i riflettori

Dopo due anni di moda digitale, finalmente la Milano Fashion Week Women’s Collection ritorna in presenza, dal 21 al 27 Settembre, presentando la Spring-Summer 22.   65 sfilate, di cui 42 in presenza, segnano ufficialmente la ripartenza di uno degli eventi più attesi nella capitale italiana della moda. Alcuni dei brand, come GCDS, Philipp Plein, Dsquared e Laura Biagiotti, anche per quest’edizione e per motivi di sicurezza, hanno deciso di proseguire con le presentazioni in digitale, che sarà possibile seguire su milanofashionweek.cameramoda.it.  

La maggior parte invece, presenterà le proprie collezioni in presenza; tornando a respirare la frenesia delle passerelle e aprendo le porte ad alcune delle più belle location milanesi, rimaste chiuse in questi due anni.  Tra le novità di quest’edizione, il ritorno di Roberto Cavalli, sotto da direzione creativa di Fausto Puglisi e dei brand Boss e Moncler.  Per la prima volta in calendario invece, sfileranno MM6 Maison Margiela, Luisa Spagnoli, Hui e Vitelli. 

Milano Fashion Week Women’s Collection, Alessandro De Michele e il #GucciVault 

Per questa edizione della Milano Fashion Week Women’s Collection, c’è tanta attesa per il lancio di Vault, l’ultimo, misterioso progetto firmato Gucci, che da settimane incuriosisce la community social con video e art wall presenti a Milano, New York e Londra. Alessandro De Michele; negli ultimi anni ha deciso di ridurre drasticamente i ritmi classici di sfilate, produzione e distribuzione delle collezioni, ma nonostante ci  non smette mai di stupirci.  Il lancio è atteso per il 25 settembre al Dazio di Ponente in piazza Sempione. 

Fashion Hub market: nuove proposte e inclusività 

Oltre al ricco calendario di sfilate, uno degli eventi più attesi delle ultime edizioni della Milano Fashion Week, è il Fashion Hub market, che promuove stilisti emergenti, abbracciando i valori di inclusività e multiculturalità.  Infatti, uno degli eventi proposti per questa edizione della Milano Fashion Week è proprio il “WE ARE MADE IN ITALY – The Fab Five Bridge Builders”, curato da Stella Jean, Edward Buchanan, Michelle Francine Ngonmo e CNMI che ha l’obiettivo di mettere in risalto il talento di cinque “people of color”. 

Fashion Hub market: nuove proposte e inclusività

Altre 5 diverse iniziative non meno importanti che si confermano per questa edizione della Milano Fashion Week 22, sono la Designer for The Planet, che accoglie sei brand emergenti del Made in Italy, impegnati sul tema della sostenibilità e il rinnovo della collaborazione tra CNMI e Rinascente, a sostegno dei giovani brand.  Inoltre, protagonisti di questa edizione, il Polimoda, che presenterà un Fashion Film ambientato a Firenze.

Un attenzione particolare al mondo dell’artigianato, con una serie di interviste a 5 artigiani; che racconteranno le proprie storie sulla piattaforma ufficiale di Camera Moda. Per buyer, addetti stampa e blogger, sarà possibile accedere alla Milano Fashion Week Women’s Collection esclusivamente su invito e con Green Pass; ma grazie alla piattaforma digitare di Camera Moda, eventi e sfilate saranno accessibili a tutti.  

Seguici su facebook

Articolo a cura di Francesca Miglietta

Adv

Related Articles

Back to top button