Gossip e Tv

Fedez denunciato da Codacons? Lui reagisce male!

Fedez nella giornata di ieri ha intrapreso una battaglia social contro il Codacons. L’associazione dei consumatori infatti, vuole bloccare, insieme all’intervento dell’Antitrust, tutte le raccolte fondi private nate a sostegno di strutture e ospedali che assistono i malati di Coronavirus per presunte commissioni poco chiare. Compresa quella avviata da lui e sua moglie i cui soldi non potranno essere più usati per il finanziamento di strutture o per l’acquisto di materiali. .

fedez scontro codacons
Fedez e Chiara avviano la raccolta fondi Photo Credit: EveryeyeTech

Ovviamente questa decisione non è andata giù al cantante che e sempre stato chiaro riguardo dove sarebbero finiti i soldi della loro raccolta fondi. In pochi giorni infatti le donazioni gli hanno permesso di costruire un nuovo reparto di terapia intensiva al S. Raffaele di Milano ed è tutto ampiamente documentato da social e tv. Inoltre il cantante ha tutti i preventivi e i documenti del caso

Questa secondo lui è una mossa scorretta che impedirà che milioni di soldi raccolti vengano investiti per combattere il Coronavirus. A questo si aggiunge un’altra azione poco chiara, da parte dell’Associazione che Fedez fa notare

“Sul loro sito ufficiale c’è una campagna per supportare il Codacons contro il Coronavirus. Ma se ci vado a cliccare sopra scopro che hanno fatto un banner sul Coronavirus dove in realtà la donazione va al Codacons, che non si occupa di Coronavirus. E questa è un’associazione parastatale che dovrebbe tutelare i consumatori?”

fedez codacons
Fedez su Instagram – Photo Credit: tpi

Il Codacons ha immediatamente risposto che tramite l’Adnkronos ha voluto dare la sua versione

“Intanto dobbiamo ringraziare questo signore, che credo sia un cantante, ma non ne sono certo, perché stiamo ricevendo moltissime donazioni da tanti che non sapevano si potesse fare ed ora grazie a lui lo sanno. Fedez non ha capito niente, noi raccogliamo fondi per le denunce, diffide, ricorsi in questo momento di emergenza. Sono già 42 le cose fatte e sì, sono fondi a sostegno del Codacons, ma per l’emergenza Coronavirus”

Viene aggiunto in riferimento alla questione delle donazioni

“Noi abbiamo chiesto con un atto formale al governo che i soldi siano versati direttamente sul conto della Protezione Civile, perché almeno è un ente pubblico, e non si rischia che i privati non li destinino a chi devono”

fedez vs codacons
Il presidente del Codacons Rienzi – Photo Credit: InfoOggi

La polemica è continuata. Stamattina Fedez, arrabbiatissimo, ha fatto sapere che gli è arrivata un Pec dal Codacons che lo invitava a chiedere scusa pubblicamente entro 48 ore altrimenti sarebbe partita una super denuncia. La risposta del rapper su Instagram è stata la seguente

“Caro Codacons quando non avevo un euro in tasca non avevo paura di quelli che mi querelavano figurati ora che ho qualche soldino di più in tasca. In più in una causa che ho già avuto il pm ha sostenuto che internet non è un mezzo diffamatorio ma si può dire quello che si vuole. Quindi vorrei aggiungere a quello che ho detto in precedenza, caro Codacons, che potete andare a fare in c**o”

A questo punto, è chiaro che, la battaglia continuerà in tribunale

Seguici su

Facebook

Instagram

Twitter

Back to top button