Cronaca

Ferragosto: stop ai falò in spiaggia e alla movida

Le regioni sono preoccupate per l’elevato numero di contagi e stanno attuando misure severe contro la movida; a Ferragosto vietati i falò in spiaggia e controlli intensificati.

Le parole del ministro Boccia

Se i numeri non cambiano sarà inevitabile; la prossima settimana si cercherà di condividere una scelta rigorosa con tutte le regioni“. Queste sono state le parole del ministro per gli Affari regionali Francesco Boccia a proposito di una nuova possibile stretta sui locali, sugli stabilimenti balneari e sulle discoteche, che, a suo giudizio, non avrebbero dovuto riaprire. Della stessa opinione è anche la ministra Teresa Bellanova, la quale ha affermato: “Si è avuta molta più attenzione ad aprire le discoteche a giugno che ad altro. Questa per noi non è una scelta accettabile“.

Fonte: pixabay.com

La situazione in Emilia-Romagna

Il presidente Stefano Bonaccini ha firmato una ordinanza che prevede il dimezzamento della capienza per gli ingressi nelle discoteche e impone l’obbligo di indossare sempre la mascherina; in caso di mancata osservanza delle disposizioni, è disposta la chiusura immediata del locale. Tale provvedimento, che entrerà in vigore a partire dalle 13 di oggi, 15 agosto, vale soltanto per le discoteche all’aperto, dato che quelle al chiuso non hanno mai riaperto dopo il lockdown. L’ordinanza ha però scatenato l’indignazione dei gestori delle discoteche, rappresentati dal presidente del Silb-Sindacato Italiano Locali da Ballo Emilia-Romagna Gianni Indino, il quale ha così commentato la vicenda: “Ancora una volta si colpisce un settore che viene identificato come un luogo in cui tutti mali della società convivono. Adesso ci è stato affibbiato il ruolo degli untori“.

Fonte: pixabay.com

Calabria, Piemonte e Lazio

Mentre in Calabria già da due giorni i locali sono tutti chiusi, in Piemonte si continua a ballare nel rispetto decreto regionale n. 85 dello scorso 10 agosto. Secondo la normativa, le attività di ballo sono consentite esclusivamente all’aperto; durante Ferragosto i controlli saranno rafforzati. Il Lazio si concentra maggiormente sui falò in spiaggia, vietati già da ieri sera. Il Comune di Nettuno ha imposto il divieto di accesso e transito sull’arenile dalle ore 21 di ieri, accompagnato dal divieto di balneazione a partire dalle ore 19 fino alle 9,30 di oggi.

Non perderti le news del momento! Resta sempre aggiornato con Metropolitan Magazine.

Back to top button