Calcio

FIGC, indagini sui rimborsi: tre arbitri sospesi in via cautelare

Continuano a far parlare (e tantissimo) le indagini sui rimborsi iniziata dalla FIGC, in accordo con l’AIA. Nel mirino, ovviamente, la classe arbitrale italiana. Dopo le investigazioni, sono usciti i tre nomi dei direttori di gara incriminati in questo scandalo che sta sferzando, nelle ultime ore, il mondo del calcio nostrano.

Secondo quanto riportato da Il Corriere dello Sport, sono tre i nomi dei professionisti sospesi in via cautelare: Fabrizio Pasqua, Federico La Penna e Ivan Robilotta. Sono stati fermati, sempre in via cautelare, quattro assistenti. È stata la Federazione Italiana Giuoco Calcio ad inaugurare queste investigazione interne ad ampio raggio su eventuali irregolarità amministrative nella rendicontazione dei rimborsi a qualsiasi livello.

FIGC, indagini sui rimborsi: il comunicato dell’AIA

Ecco il comunicato emesso dall’AIA (Associazione Italiana Arbitri) in merito alle indagini sui rimborsi inizializzata dalla FIGC (Federazione Italiana Giuoco Calcio): “In attuazione dell’obiettivo della massima trasparenza associativa e come già comunicato su questo sito nei giorni scorsi, la nuova governance dell’AIA ha avviato audit interni amministrativi e contabili sulla conformità dei rimborsi-spese erogati per attività tecniche ed associative. All’esito di tali controlli, riscontrate delle incongruenze contabili nella compilazione dei rimborsi spese redatti di alcuni associati, la Presidenza dell’AIA ha inviato tutta la relativa documentazione alla Procura Federale della FIGC in data 21 aprile scorso. Nelle more della conclusione delle indagini federali, tutti gli associati coinvolti nella vicenda sono stati sospesi dall’attività tecnica in via cautelare“.

Seguici su Metropolitan Magazine

Back to top button