MetroNerd

Film d’animazione: i migliori 5 da vedere su Netflix

Per far fronte all’emergenza del Covid19 il governo italiano ha attuato misure più stringenti. “Rimanete a casa” non è più un consiglio, ma un imperativo. Ma anche stare chiusi in casa ha i suoi lati positivi, soprattutto per chi ha bambini: giochi, coccole, studio. E film. Quali sono allora i film d’animazione più belli da vedere in streaming? Noi ve ne consigliamo 5 disponibili su Netflix!

La gabbianella e il gatto

Intramontabile classico dell’animazione made in Italy, La gabbianella e il gatto è una storia dolcissima di integrazione e accettazione.

Dopo una baruffa con i topi del quartiere, intenzionati a prendere possesso della città, Zorba torna a casa e trova nel suo giardino Kengah, una gabbiana. Il volatile è ricoperto di petrolio, che gli uomini hanno riversato nel mare, e poco prima di morire riesce a deporre l’uovo che ha in grembo. Strappa così tre promesse al gatto Zorba: non mangiare l’uovo, custodirlo fino a che non si schiuderà, insegnare a volare al piccolo che nascerà.

“Siamo gatti”, di Samuele Bersani

Zorba metterà nome alla gabbianella Fortunata (“Fifì”) e insieme agli altri gatti della sua gang la proteggerà. Per farle spiccare il volo sarà però necessaria la collaborazione di tutti, compresa un umana. Ma soprattutto, c’è bisogno di credere in se stessi.

Una favola sull’integrazione e sull’accettazione del diverso, che ci lascia tutt’oggi molti insegnamenti. In primis, l’impatto negativo dell’uomo sulla natura, che genera distruzione, ma anche la confusione emotiva dell’infanzia e soprattutto cosa vuol dire essere genitori. Per la regia del bravissimo Enzo D’Alò, con la voce di Carlo Verdone e musiche di Samuele Bersani, La gabbianella e il gatto è un film da vedere e rivedere in famiglia.

Space Jam

Se i Looney Tunes incontrano Michael Jordan e Bill Murray il film non può che essere spettacolare! E infatti Space Jam, con la sua tecnica mista, è divenuto da subito un cult visto da adulti e bambini.

Nel mondo dei cartoni animati, Mr. Swackhammer è il proprietario di un lunapark di un pianeta lontano e vuole arruolare i Looney Tunes. Per farlo manda i suoi scagnozzi Nerdlucks sulla Terra per costringerli. Bugs Bunny e soci li sfidano a una partita di basket per salvarsi ma i Nerdlucks rubano il talento dei 5 cestisti più forti dell’NBA e si trasformano in giganti forzuti (Monstars). I poveri Looney Tunes allora chiedono aiuto al miglior giocatore di sempre, ora ritirato: Michael Jordan.

Durante la partita, quando sembrano ormai spacciati, Jordan risulterà decisivo: grazie a lui e a un gioco poco pulito, riescono a rimontare. La violenza dei Monstars però è tale che alcuni Looney Tunes vanno ko e tutto sembra perduto, quando ecco che a 10 secondi dalla fine arriva Bill Murray a salvare tutti. Michael Jordan, con un tiro strabiliante segna l’ultimo punto e i Monstars spediscono il loro capo sulla luna, restituendo il talento ai giocatori di basket. Jordan torna a giocare con i Chicago Bulls e tutti vissero felici e contenti.

Gioco di squadra, tanto tanto umorismo e personaggi che amiamo alla follia: questo è il successo di Space Jam.

Pets – Vita da animali

Cosa fanno i nostri animali domestici quando non ci siamo? Ce lo chiediamo spesso e Pets – vita da animali cerca di darci una risposta.

Max è un cagnolino che adora la sua padrona Katie che lo ha salvato, ma lei un giorno porta a casa Duke, un enorme cane peloso. Max non è per niente contento e la convivenza con Duke si rivelerà disastrosa. A furia di farsi i dispetti i due verranno presi da un accalappiacani e successivamente salvati da un branco di animali sciolti, capeggiati dal sociopatico coniglietto Nevosetto.

Ma nel palazzo di Max tutti gli altri inquilini animali hanno le loro abitudini: svaligiare il frigo, ascoltare musica metal, sospirare d’amore. Quest’ultimo è il caso di Gidget, cagnolina segretamente innamorata di Max, che riunirà il gruppo e cercherà di salvare i due cani.

Come la Parigi di Ratatouille, qui è la città di New York a farla da padrone, e l’azione è alle stelle! Esordio di Louis C.K.Eric Stonestreet e Kevin Hart nel mondo dell’animazione, il film è prodotto da Illumination Entertainment (Cattivissimo Me, Lorax)

Rango

Gore Verbinski dirige il camaleontico Johnny Depp in Rango dove l’attore è…un camaleonte,appunto! Vincitore dell’Oscar come miglior film d’animazione nel 2012, fu un successo sia di critica che di pubblico.

Un camaleonte che si sente un attore, è abituato a vivere in solitaria in un acquario. Durante un viaggio viene sbalzato via dal camion e si ritrova solo nel deserto a confine con il Messico: la sua vita cambierà drasticamente. Arriva nella città di Polvere e da quel momento il film cambia tono per diventare un western a tutti gli effetti. Il camaleonte è ora Rango, un pistolero, e i richiami a Sergio Leone sono infiniti e calibrati benissimo. Polvere, sporco e pistole. Rango dovrà cercare di sopravvivere.

Un film perfetto per divertirsi con un Johnny Depp rettile che corre come Jack Sparrow e con ambientazioni che fanno conoscere ai più piccoli quelle degli spaghetti western.

Il mio vicino Totoro

Uno dei capolavori dello Studio Ghibli, diretto dal maestro Hayao Miyazaki. Per la prima volta il regista esplora quello che sarà il tema portante dei suoi successivi film: il mondo dei bambini. Un mondo fatto di curiosità, scoperte, dove un dettaglio può diventare una grande avventura.

Lo sanno bene le sorelle Satsuki e Mei, trasferitesi con il padre in campagna e circondate quindi da boschi, campi e fiumi. Girovagando e perdendosi in questi luoghi, le sorelle faranno la conoscenza dei Totoro, creature morbide e pelose che insegneranno loro il rispetto per la natura.

Il film è intriso di poesia. Alcune sequenze sono assolutamente suggestive pur rimanendo semplici ed essenziali. Come sempre nell’animazione di Miyazaki i temi più importanti, forti e pregni di significato vengono declinati con una dolcezza fuori dal comune. Il risultato, in questo caso, è una fiaba moderna per bambini, che anche gli adulti dovrebbero riscoprire per trarre insegnamento.

Seguiteci su Metropolitan

Back to top button